domenica 25 Luglio 2021
HomeCronacaVolla. "Apri o sfondo tutto", minaccia la ex: arrestato 41enne

Volla. “Apri o sfondo tutto”, minaccia la ex: arrestato 41enne

VOLLA.  Minaccia la ex: arrestato 41enne. “Aprimi o sfondo tutto e ti ammazzo”, e un attimo dopo ha fatto irruzione dalla finestra sul retro della casa sfondandola con un calcio.

E’ stato solo l’incipit di una sequenza di terrore interminabile nel quale un 41enne di Volla ha sottoposto la sua ex moglie. Non accettava la separazione e appena l’ha riavuta davanti ha cercato di aggredirla. Incurante che quelle scene si consumassero davanti ai loro bambini. Per fortuna qualcuno ha avvertito il 112 ed i carabinieri della tenenza di Cercola lo hanno arrestato. Di nuovo, questa volta per violazione agli obblighi disposti dall’autorità giudiziaria e maltrattamenti in famiglia. Un arresto bis. Era stato arrestato appena due settimane fa dai militari della locale stazione e il pm della procura di Nola in quella sede aveva disposto come misura cautelare – ritenendo, come sono stati di fatto confermati i motivi, il soggetto pericoloso per la donna – il divieto di avvicinamento alla ex moglie. La rabbia, la non accettazione di quella fine del rapporto, l’acredine e il risentimento che si era creato sono stati più forti del divieto del magistrato.

Non poteva, non doveva avvicinarla. Ma al contrario il 41enne non aveva mai smesso di tormentarla. “Devo parlarti”, “E’ importante”, erano le richieste ma non mancavano le minacce al mutismo della donna che voleva chiudere quella storia coniugale per sempre. E così l’altra sera l’uomo pronto a tutto è ritornato in quell’appartamento. Ha scavalcato la ringhiera e cercato di farsi aprire, prima con le  ‘buone’ poi dietro minacce. La donna dall’interno ha cercato di ignorarlo sperando che se ne andasse. E in un attimo lo ha creduto. Poi il rumore tremendo di un vetro infranto con violenza. L’ex marito era solo andato a cercare uno spiraglio per entrare in casa. Una volta dentro ha raggiunto la donna iniziando a minacciarla, solo l’intervento dei carabinieri ha posto fine arrestando l’uomo e portandolo questa volta in carcere, a Poggioreale.

di Patrizia Panico – fonte Il Mattino area sud-costiera

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti