martedì 30 Novembre 2021
HomeCronacaVolla. Covid, cordoglio per il 41enne. L'uomo aveva patologie pregresse

Volla. Covid, cordoglio per il 41enne. L’uomo aveva patologie pregresse

Egea - Black Friday

VOLLA. Aveva subito un brutto incidente, il 41enne ricoverato per la riabilitazione alla Casa di Cura Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana e trasferito successivamente al Covid Center di Boscotrecase, dove oggi è deceduto. Il cordoglio del sindaco Pasquale Di Marzo, dell’assessora Maria Coppeto e dell’amministratore delegato del centro di riabilitazione Sergio Terracciano.

Era stato trasferito il 20 aprile dalla Casa di Cura Santa Maria del Pozzo all’Ospedale di Boscotrecase, l’uomo di 41 anni affetto da Covid-19 è deceduto oggi. Il 41enne, al momento del ricovero nella struttura di Somma Vesuviana per la riabilitazione, presentava già delle gravi patologie causate dall’incidente subito. Il sindaco Pasquale Di Marzo sui social scrive: “Vi comunico che da poco ho appreso la triste notizia del decesso di un nostro giovane concittadino contagiato dal Covid-19. L’Amministrazione tutta, esprime la propria vicinanza alla famiglia”. “Sono profondamente addolorata, perchè questa malattia è un nemico silenzioso che non conosciamo e che ad oggi nonostante tutto non riusciamo a sconfiggere, soprattutto in questi casi dove ci sono altre situazioni che mettono in grave pericolo il malato. Da Amministratore esprimo la mia vicinanza alla famiglia” dichiara l’assessora Maria Coppeto e lancia un appello: “è necessario oggi, più di ieri e meno di domani dover rigorosamente rispettare le regole del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina. Dobbiamo fare attenzione”. Anche l’amministratore delegato della Clinica Santa Maria del Pozzo, l’avvocato Sergio Terracciano, esprime il suo più sincero cordoglio alla famiglia dell’uomo.

Volla. Covid, morto 41enne che era stato ricoverato nella clinica a Somma

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti