mercoledì 8 Dicembre 2021
HomePoliticaVoucher Nido per servizi alle famiglie, parte il servizio a Casalnuovo

Voucher Nido per servizi alle famiglie, parte il servizio a Casalnuovo

Casalnuovo. Voucher asili nido e sostegno alle famiglie, parte il servizio. L’Amministrazione Comunale di Casalnuovo di Napoli, attraverso l’Ambito Territoriale N21, negli ultimi anni si è fortemente impegnata a rafforzare il sistema dei servizi educativi rivolti alla prima infanzia per rispondere al bisogno di accudimento dei bambini da 0-3 anni, permettendo contestualmente una migliore conciliazione della vita familiare con le esigenze lavorative. Al fine di diversificare l’offerta dei servizi educativi rivolti alla prima infanzia e rispondere ai nuovi bisogni delle famiglie, l’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Massimo Pelliccia, ha provveduto inoltre all’attivazione di due asili nido comunali, ed alla progettazione di un terzo asilo nido comunale nell’ambito dei progetti Pics, che sarà realizzata all’interno del parco pubblico Pino Daniele. Per il secondo anno consecutivo è partito il progetto che prevede la concessione di contributi economici sottoforma di voucher, destinati ad oltre 100 famiglie residenti sul territorio comunale, a parziale copertura del costo della retta per asili nido o micro-nidi pubblici e/o privati accreditati.

“L’Italia è ancora uno dei paesi europei che destina meno risorse alla prima infanzia. Eppure, garantire gratuità e universalità degli asili nido darebbe enormi vantaggi – ha dichiarato il primo cittadino Pelliccia – è per questo che abbiamo programmato, già dallo scorso anno, questo intervento con i fondi del Piano Sociale di Zona, che serve a garantire un voucher dal valore di 200 euro alle famiglie con genitori lavoratori che iscrivono i bimbi agli asili nido comunali e accreditati del territorio. Un sistema che va a beneficio dei bambini, ma anche dell’economia locale visto l’aumento dell’occupazione che questo sistema genera”.

Per la prima volta non saranno privilegiate esclusivamente le famiglie a basso reddito, ma i nuclei familiari con entrambi i genitori che lavoraano: “La nostra idea – ha concluso il Sindaco – è quella di agevolare le donne lavoratrici senza gravare sugli impegni lavorativi. Quando si parla di conciliazione dei tempi famiglia – lavoro parliamo di interventi seri che contribuiscano fattivamente al raggiungimento di questi obiettivi”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti