mercoledì 25 Maggio 2022
HomeSanitàZitromax; antibiotico anti covid è introvabile in Italia, dove trovarlo a Roma

Zitromax; antibiotico anti covid è introvabile in Italia, dove trovarlo a Roma

Scorte esaurite e scatta l’allarme per gli antibiotici e gli antibiotici pediatrici. Lo Zitromax, così come gli sciroppi per la tosse, sono spariti dagli scaffali delle farmacie. Il motivo? L’impennata di richieste che si è registrata nelle ultime due settimane con il dilagare del virus che sta colpendo soprattuto la fascia d’età dei più piccoli, gli under 12. Nella Capitale solo in 4 Municipi è ancora a disposizione: I, VII, VIII e X. In questo caso, sono stati i farmacisti a giocare d’anticipo e a richiedere un numero maggiore di compresse e sciroppo nell’ultimo ordine. Ma:”Terminate queste confezioni, non ci sarà possibilità di ordinarne ancora” anticipano i farmacisti.

Questo è quanto scritto dai colleghi del Mattino.

Le richieste per le nuove scorte sono già partite ma la risposta, almeno per il momento, dalla casa farmaceutica Pfizer è sempre la stessa:”Scorta esaurita”. L’allarme è scattato lunedì:” Il problema non riguarda però solo lo Zitromax” spiega Claudia Passalacqua di Federfarma che aggiunge:”Abbiamo terminato le scorte anche per sciroppi e antibiotici generici”. Intanto l’alternativa: in assenza del farmaco della Pfizer, viene venduto il farmaco equivalente, l’Azitromicina. Pure in questo caso, l’impennata delle richieste degli ultimi tre giorni ha comportato una drastica riduzione della disponibilità. Anche se:”Le prossime scorte di Azitromicina sono in arrivo dal prossimo lunedì. Non ci sono alternative, se lo Zitromax non sarà più disponibile i medici indirizzano su questa alternativa”. La mappa Dunque nella Capitale è caccia all’antibiotico.

Nel I municipio è ancora a disposizione nelle due farmacie di via Cola di Rienzo, nel presidio sanitario di via Annia Regilla del VII. Ancora: in via Gino Capponi all’VIII e infine in via Renzo Bertani nel X. “Ne abbiamo ancora alcune scorte perché avevamo previsto il picco di richieste – confermano – ma sappiamo che sono le ultime a disposizione, sarà difficile poter fare altre scorte”. Mentre negli altri quadranti della città, il farmaco non è più disponibile già da lunedì.

 

 

Articoli recenti