libera area nolana
libera area nolana

NOLA. In tanti a sfilare per le strade del comune laziale fino a piazza del Popolo dove si sono concentrate le migliaia di persone giunte da tutta Italia. In tanti hanno sfilato a Latina, il presidente del Senato Pietro Grasso, Il ministro della Giustizia Andrea Orlando, il procuratore Giancarlo Caselli, la presidente della commissione antimafia Rosy Bindi, il vescovo di Latina Monsignor Mariano Crociata. Il questore Alberto Intini, il comandante provinciale della guardia di finanza di Latina Giovanni Reccia e il comandante provinciale dei carabinieri Giovanni De Chiara, ma anche tanti sindaci e parlamentari. Intervento più significativo quello del leader dell’associazione Libera. “Basta prudenze, basta timidezze, basta deleghe. E’ il momento dei fatti”, ha gridato don Luigi Ciotti. “Siamo venuti qui per affetto, stima e riconoscenza per questo territorio, qui ci sono belle persone e belle risorse”, ha aggiunto il fondatore di Libera, “Siamo venuti per cercare verità per don Cesare Boschin e tanti altri e per non dimenticare che le organizzazioni mafiose attraversano tutto il territorio e anche l’Agro Pontino. Ho trovato migliaia di ragazzi, qui c’è un’Italia intera che si è data appuntamento”. Il prelato ha commentato anche le recenti dichiarazioni del pentito Francesco Schiavone che hanno aperto il caso “Terra dei Fuochi”: “Era una cosa nota da 20 anni, mi stupisco di chi si sia stupito. Boschin ( ucciso nel 1995, si ritiene sia stato ucciso perché si oppose alle infiltrazioni della camorra nel Lazio, ndr) vedeva tutto questo dalla sua finestra e sulla sua morte non sappiamo ancora la verità. Non c’è strage in Italia di cui si conosca la verità”.