Roberto Barni, Se il disegno pensa,

NAPOLI. “Vola alta, parola”: al MANN si festeggiano i trent’anni di Colophonarte
Dal 18 settembre (vernissage ore 17) all’11 novembre una mostra per raccontare il fascino dei libri d’artista. La Biblioteca dell’Archeologico promuove così la conoscenza del patrimonio documentario.

Leggerezza e libertà nel titolo della mostra “Vola alta, parola”, in programma nel Salone della Meridiana del MANN dal 18 settembre (vernissage: ore 17) all’11 novembre per festeggiare i trent’anni di attività di Colophonarte: un percorso espositivo raffinato e prezioso per ripercorrere il viaggio culturale tracciato dalla casa editrice bellunese che, dal cuore delle Dolomiti, ha esportato simbolicamente, in Italia ed all’estero, un modus ricercato di concepire il libro, inteso non soltanto come oggetto, ma soprattutto come opera d’arte.

Così, il lavoro del fondatore di Colophonarte, Egidio Fiorin, e della figlia Camilla, si è intrecciato con la collaborazione entusiasta di bibliofili ed appassionati d’arte per concepire un brand dai tratti inconfondibili: come da nome, attenzione quasi maniacale è riservata al colophon, vera e propria carta d’identità del libro, con l’elenco minuzioso di tutti gli elementi editoriali, dalla tiratura ai tipografi, dalla composizione alla stampa dei testi e delle eventuali immagini.
Il mestiere editoriale si è trasformato in esperienza artistica, tanto da far includere i libri di Colophonarte nel patrimonio di prestigiose istituzioni culturali italiane e straniere (tra queste: MoMA di New York, Md’O di Parigi, Palazzo Reale di Budapest, Collezione Sacher di Basilea, Centro Schönberg di Vienna, Museo Poldi Pezzoli e Accademia di Brera a Milano, Museo Marino Marini, Palazzo Strozzi e Biblioteca Nazionale Centrale a Firenze; Galleria Ca’ Pesaro e Fondazione Giorgio Cini a Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia a Torino, a Verona, e all’Orientale di Napoli), avviando nel 2018 al CAMeC de La Spezia ed alla Fondazione Cini di Venezia le celebrazioni del trentennale di attività.

La programmazione, al MANN, della mostra “Vola alta, parola” intende favorire la conoscenza del patrimonio librario, partendo anche dalla valorizzazione della Biblioteca dell’Archeologico: “Apriamo la nostra programmazione autunnale con un vero evento nel mondo del libro d’arte, una mostra originale e raffinata che incanterà i visitatori nella sala della Meridiana. Un’iniziativa che, come l’appena conclusa esposizione ‘Mediterraneo’, si affianca all’impegno per la valorizzazione della nostra Biblioteca che vogliamo sempre più aperta alla città e non solo agli specialisti. E’ la biblioteca di Arditi, Fiorelli, Maiuri e con i suoi oltre 40mila volumi, di cui 5000 dal ‘500 all’800, deve essere considerata come una collezione tra le collezioni. Per questo stiamo preparando un programma di visite guidate ed iniziative speciali”, commenta il Direttore del MANN, Paolo Giulierini.

La mostra “Vola alta, parola”, inaugurata dal responsabile delle Biblioteca del Museo, Michele Iacobellis, e da Mauro Giancaspro, prevede l’esposizione di 35 dei 120 libri d’artista pubblicati da Colophonarte, a partire dal 1988: nei libri, collocati in 11 grandi teche (allestimento: Marinella Parente, in collaborazione con Enza Silvestrini), i visitatori possono ammirare opere dei principali artisti italiani e stranieri contemporanei (solo per citarne alcuni: Mimmo Paladino, Enrico Castellani, Arnaldo Pomodoro, Lucio Del Pezzo, Giuseppe Maraniello, Kounellis, Enrico Baj, Emilio Isgrò, Giorgio Griffa, Roberto Barni, Giulio Paolini, Ferdinando Scianna, Hermann Nitsch, Corneille, Eduardo Arroyo, Claude Viallat, François Morellet, Medhat Shafik, Michel Kenna); nell’exhibit al MANN, prevista anche la presentazione di un volume dedicato a cinque “Rime” di Michelangelo con opere di Roberto Barni.

Le opere contenute nei volumi di Colophonarte sono realizzate con tecniche diverse (acquerello, scultura in bronzo o ceramica, classiche incisioni in acquaforte, moderne linoleum grafie) e sono abbinate a poesie e prose dei grandi classici e dei più celebrati autori del Novecento (Ungaretti, Bertolucci, Luzi, Raboni, Sanguineti, Villa, Zanzotto, Fo, Eco, Magris, Sebastiano Grasso, con attenzione riservata a personaggi del calibro di Inge Feltrinelli, Leopoldo Pirelli, Pietro Ingrao o Giulia Maria Crespi, Liliana Cavani, Massimo Cacciari).
Uno spazio ad hoc è riservato alle pubblicazioni musicali, dedicate a compositori e direttori d’orchestra (Claudio Abbado, Arnold Schönberg, Luigi Nono) ed alla riedizione di importanti partiture originali.

Punto di partenza ideale del percorso espositivo è il primo volume edito da Colophonarte (1988): in una coincidenza suggestiva, si tratta di quattro canti di Giacomo Leopardi, interpretati da altrettante incisioni di Walter Valentini.

Evento collaterale della mostra “Vola alta, parola” è la presentazione, al Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno, di un’ulteriore piccola selezione di libri d’artista editi da Colophonarte (l’iniziativa rientra nell’ambito della sesta edizione di “Settembre Libri”, rassegna organizzata dal Comune di Sarno).

LE OPERE ESPOSTE

Quattro canti, quattro incisioni, Giacomo Leopardi – Walter Valentini, 1988, 35×26 cm 36 pp. 75+XXV+10 PA
Quattro poesie di Giacomo Leopardi per cinque grafiche di Walter Valentini, firmate dall’Artista (tranne la copertina). Testi composti in Bembo corpo 14 da Ruggero Olivieri e stampati al torchio a Santa Lucia ai Monti da Alessandro Zanella su Hahnemühle da 280 g. Copertina e tavole stampate a Milano da Giancarlo Sardella su Moulin de Larroque da 500 g.

Quattro canzoni, quattro incisioni, Francesco Petrarca – Agostino Bonalumi, 1991, 35×26 36 pp . 75+XXV+10 PA
Quattro poesie di Francesco Petrarca per sei grafiche di Agostino Bonalumi, di cui due di copertina, tutte numerate e firmate. Testi composti da Ruggero Olivieri in Bembo corpo 14 e stampati al torchio a Santa Lucia ai Monti da Alessandro Zanella su carta Hahnemühle 280 g. Stampa grafiche Giancarlo Sardella su carta a mano Aetna Sicars da 500 g (700 g per la copertina).

Quattro canti, quattro incisioni, Toti Scialoja, 1992, 35×26 cm 36 pp. 75+XXV+10 PA
Quattro poesie per cinque incisioni, di cui una di copertina, tutte numerate e firmate dall’artista. Testi composti da Ruggero Olivieri in Bembo corpo 14 e stampati al torchio a Santa Lucia ai Monti da Alessandro Zanella su Hahnemühle da 280 g. Grafiche stampate a Roma da Luciano Trina su carta Sicars da 500 g (copertina 700 g).

La gioia delle rose e del cielo, Bertolucci – A.Pomodoro, 1994, 35×26 36 pp. 75+XXV+10 PA
Quattro poesie di Attilio Bertolucci per cinque incisioni a rilievo di Arnaldo Pomodoro di cui una, la sola non firmata, di copertina. Testi composti da Ruggero Olivieri in Bembo corpo 14 stampati al torchio a Santa Lucia ai Monti da Alessandro Zanella su Hahnemühle 280 g. Stampa incisioni presso Vigna Antoniniana a Roma su Aetna Sicars calandrata da 500 g.

Io son venuto al punto de la rota, Dante Alighieri – Enrico Castellani, 1993, 35×26 36 pp. 75+XXV+10 PA
Quattro rime di Dante Alighieri e quattro estroflessioni di Enrico Castellani numerate e firmate. Testi composti da Ruggero Olivieri in Bembo corpo 14 stampati da Alessandro Zanella su Hahnemühle da 280 g. Grafiche stampate da Alberto Serighelli su Aetna della Graphia da 500 g.

Omaggio a Goffredo Petrassi, Piero Dorazio, 1994, 35×26 36 pp. 75+XXV+10 PA
Testi di Duilio Courir, Gianandrea Gavazzeni, Riccardo Muti, Giorgio Pestelli, Leonardo Pinzauti, Michelangelo Zurletti con quattro incisioni di Piero Dorazio di cui una in copertina, tutte numerate e firmate. Testi composti in Bembo corpo 14 da Ruggero Olivieri e stampati al torchio a Santa Lucia ai Monti da Alessandro Zanella su Hahnemühle 280g. Incisioni stampate da Mauro Salvi, Todi su Aetna della Sicars da 500g.

Quattro testi sacri per il terzo millennio, AA.VV. – Mimmo Paladino, 1994, 40×28 36 pp. 75+XXV+10 PA
Quattro testi religiosi scelti da altrettanti poeti e cinque incisioni originali di Mimmo Paladino di cui una di copertina non firmata. Stampa incisioni: Roberto Gatti, Modena. Composizione testi: Ruggero Olivieri, Milano, in carattere Bembo. Stampa testi: Alessandro Zanella, Verona, su carta Graphia da 270 g.

Vola alta, parola, Mario Luzi – AA.VV.1994, 50×35 (52×38) 108 pp. 75+XXV+10 PA
Dodici poesie di Mario Luzi con prefazioni di Liliana Cavani e Massimo Cacciari con 12 grafiche originali numerate e firmate, in cofanetto con altorilievo di Giuseppe Maraniello numerato e firmato. Testi composti e stampati da Ruggero Olivieri su Graphia in folio da 300 g. Ogni artista ha scelto una tecnica, uno stampatore e una carta specifica, così come indicato in colophon.

Pudding, Alain Jouffroy – Enrico Baj, 2000, 50×35 (52×37) 42 pp. 50+XXV+10 PA
Testo inedito in francese di Alain Jouffroy per cinque collage di Enrico Baj, numerati e firmati dall’artista. Copertina in collage di stoffa, cartone stampato e legno, numerata e firmata dagli Autori. Composizione testi: Ruggero Olivieri, Milano, in Garamond. Stampa testi: Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su Graphia da 270 g filigranata.

Dintorni di Alik, Autori e Artisti vari, 2000, 50×35 (52×37) 48 pp. 100+X
Libro omaggio ad Alik Cavaliere, con testi inediti di Bruno Canino, Umberto Eco, Dario Fo, Roberto Sanesi, Arturo Schwarz, Emilio Tadini e grafiche originali numerate e firmate. In copertina in fotoincisione, un ritratto di Alik Cavaliere realizzato da Marino Marini. Testi composti in Baskerville da Rodolfo Campi, Rozzano, stampati da Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su carta Graphia da 270 g. Contenitore in legno: Fabio Reolon.

Mediterranea, Autori e Artisti vari, 2008, 50×35 32 pp. 90 + X
Quattro testi poetici di Giuseppe Conte, Antonio de Villena, Sebastiano Grasso, Titos Patrikios abbinati rispettivamente alle grafiche originali di Mimmo Paladino, Eduardo Arroyo, Nicola De Maria, Medhat Shafik, numerate e firmate. Composizione testi Rodolfo Campi in Garamond c 14 stampati da Tipoteca Italiana Fondazione sotto la direzione di Silvio Antiga su Amatruda puro cotone da 200 g rilegata con coperta in Alcantara da Sandro Francescon.

A, B, C, D, E, Paul Valéry – Giorgio Griffa, 2014, 40×30 cm 28 pp. 35 + XV
Testi di Paul Valéry nella versione originale e nella traduzione inedita di Marina Giaveri, composti in Garamond c.14 da Rodolfo Campi e stampati da Tipoteca Italiana Fondazione su puro cotone Amatruda di Amalfi da 200g. Ogni esemplare viene arricchito da una variazione di Giorgio Griffa su tela bandera, appuntata sul contenitore in legno realizzato da Fabio Reolon. Legatura di Sandro Francescon.

Non ha età il segreto che racconta di noi, Adonis – Mimmo Paladino, 2011, 50 x 35 52 pp. 55 + XXV
Dodici testi di Adonis nella versione originale e nella traduzione in italiano di Hadam Oudgiri per altrettante tavole di Mimmo Paladino, tutte numerate, di cui sette firmate dall’artista e cinque con timbro a secco dell’artista e dell’editore. Ogni contenitore in legno è corredato da una della 85 variazioni originali in ceramica. Testi composti in Garamond c. 18 da Rodolfo Campi, stampati su Hahnemühle da Tipoteca Italiana Fondazione. Le diverse grafiche stampate da Roberto Giudici, Maurilio Martini, Franco Parisi; della Ceramiche Gatti la formella del contenitore in legno di Fabio Reolon.

Hymnen an die Nacht, Novalis – Hermann Nitsch, 2014, 50×35 40 pa. 75
Testo nella versione originale e nella traduzione inedita di Serena Dal Borgo, composto in Garamond c 14 da Rodolfo Campi e stampato da Tipoteca Italiana Fondazione su carta puro cotone Amatruda di Amalfi da 200g. I primi 40 esemplari sono corredati da un’opera unica di Hermann Nitsch su carta di cm 48×33 circa, firmata dall’artista. Legatura artigianale di Sandro Francescon.

Da dove arriva, di notte, questo frullio d’ali e il ridere tuo e il tuo pianto?, Géza Szöcs – Lucio Del Pezzo,2014, 50×35 cm 40 pp. 55+XX+6 PA +4 ad personam
Testi poetici di Géza Szöcs nella versione originale e nella traduzione di Tommaso Kemeny, con prefazione di Sebastiano Grasso, composti in Garamond c14 da Rodolfo Campi, stampati da Tipoteca Italiana Fondazione su Amatruda puro cotone da 200g; con due tabellari e una serigrafia di Lucio Del Pezzo, numerati e firmati dall’artista con la collaborazione tecnica di Arte Tre, Moseno De Biasi e Serena Dal Borgo. Legatura di Sandro Francescon.

E tutto par nato da quella, AA.VV. – Giuseppe Maraniello, 2004, 36×26 (37×27) 48 pp. 185+XV (30+XV)
Testi inediti di Marco Ceriani, Milo De Angelis, Riccardo Held, Gabriele Frasca, Valerio Magrelli, Massimo Lenzi, Paolo Maccari, Antonio Riccardi, Patrizia Valduga. Gli esemplari in numeri romani ed i primi trenta in numeri arabi corredati di un altorilievo di Giuseppe Maraniello, numerato e firmato dall’artista. Testi composti in Bembo corpo 14 da Rodolfo Campi e stampati da Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su puro cotone bianca Amatruda da 200 g. Legatore: Sandro Francescon, Belluno. Contenitore: Fonderia Battaglia Milano e Giorgio Biscaro, Treviso.

È libera, è pulsante, Mario Luzi – Agostino Bonalumi, 2004, 26×36 (27×37) 48 pp. 90 (30+X)
Nove testi poetici, di cui tre inediti, di Mario Luzi. I dieci esemplari in numeri romani ed i primi trenta in numeri arabi sono corredati di un contenitore con due multipli di Agostino Bonalumi al pochoir, numerati e firmati dall’artista. Composizione testi: Rodolfo Campi, Rozzano, in Garamond 14. Stampa testi: Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su puro cotone bianca Amatruda da 200 g. Legatore: Sandro Francescon. Stampa tavole Bonalumi: Fabrizio Barbi e Fabio Reolon.

Lettere da Nowy S´wiat, Sebastiano Grasso – Walter Valentini, 2005, 50×35 (52×37) 36 pp. 60+XV+10 PA
Trenta poesie d’amore di Sebastiano Grasso e quattro acqueforti di Walter Valentini numerate e firmate. Testi composti in Garamond corpo 14 da Rodolfo Campi, Rozzano, stampati da Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su Graphia Sicars da 270 g. Stampa incisioni Giancarlo Sardella, Milano su Colombe da 400 g

Enneade, Edoardo Sanguineti – Giuseppe Maraniello, 2006, 36×26 48 pag 45+XV
Nove testi inediti di Edoardo Sanguineti con un contenitore-scultura di Giuseppe Maraniello numerato e firmato, per gli esemplari in numeri romani ed i primi 45 in numeri arabi. Composizione testi: Rodolfo Campi, Rozzano.Stampa: Tipoteca Italiana Fondazione,Cornuda, su bianca puro cotone Amatruda di Amalfi da 200 g. Legatura Sandro Francescon, Belluno.

F, G, H, I, J, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, X, Y, Z, Paul Valéry – Giorgio Griffa, 2017, 40×30 56 pp. 40 + 2 d’obbligo

L’alfabeto di Valéry a completamento della precedente edizione di Giorgio Griffa con le stesse sostanziali caratteristiche, comprende dieci varianti per ognuno dei quattro raggruppamenti di lettere scelte dall’artista, tutte firmate sul retro di tela bandera di cm. 38×28 ca. Testi composti da Rodolfo Campi in Garamond c 14 e stampati da Tipoteca Italiana Fondazione su Amatruda puro cotone da 200 g. Legatura di Sandro Francescon e contenitore di Fabio Reolon

Cyrano de Bergerac ( Act. 2 – Sc. VIII) , Edmond Rostand – Enrico Castellani, 2011, 50 x 35 (38 x 28) 14 pag 50 + XX
Monologo del Cyrano in francese e nella traduzione in italiano, inglese, rumeno. Testi composti da Rodolfo Campi in Garamond c 14 e stampati da Tipoteca Italiana Fondazione su Amatruda puro cotone da 200 g.( 50 x 35cm) con una estroflessione originale di Enrico Castellani (38x28cm ), numerata e firmata, stampata da Fabio Reolon su Aetna da 600 g. Legatura di Sandro Francescon

Hamlet, William Shakespeare – Agostino Bonalumi, 2012, 50 x 35 16 pp. 50 + XXV
Il più classico monologo della storia del teatro con una estroflessione su carta di Agostino Bonalumi, numerata e firmata dall’artista. Testi nella versione originale e nelle traduzioni in italiano, francese, tedesco e spagnolo composti in Garamond c 14 da Rodolfo Campi e stampati da TIF su Amatruda puro cotone da 200g. Estroflessione stampata da Fabio Reolon; legatura di Sandro Francescon.

Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo, Galileo Galilei – François Morellet, 2013 50×35 40pp. 75
Testo nella versione originale, traslato in italiano contemporaneo e nelle traduzioni in polacco, olandese, francese, inglese e svedese, composto in Garamond c14 da Rodolfo Campi e stampato da Tipoteca Italiana Fondazione su carta puro cotone Amatruda di Amalfi da 200 g. Ogni esemplare è corredato da una incisione all’acquaforte di François Morellet, numerata e firmata dall’artista e stampata su Zerkall da 600 g. da Roberto Giudici. Legatura artigianale di Sandro Francescon.

Questi fantasmi! (Atto II, sc 1), Eduardo de Filippo – Giuseppe Maraniello, 2013, 50×35 40 pp. 65 + X
Il celebre monologo nella versione originale e nelle traduzioni in francese, inglese, spagnolo, portoghese composto in Garamond c 14 da Rodolfo Campi e stampato su Amatruda di Amalfi, puro cotone da 200 g. da Tipoteca Italiana Fondazione. Ogni esemplare è corredato da una incisione all’acquaforte-acquatinta di Giuseppe Maraniello, stampata da Roberto Giudici. I primi 35 esemplari in numeri arabi sono arricchiti da un’opera unica dello stesso artista. Legatura artigianale di Sandro Francescon

Orestiade, Eschilo – Grazia Varisco, 2015 50×35 24 pp. 50+XX

Monologo conclusivo di Athena, nella versione originale e nella traduzione in italiano, francese, inglese, sloveno, albanese. Tutti gli esemplari corredati di una grafica originale; i primi 30 di una scultura in acciaio, numerati e firmati dall’artista.

Caro Claudio, AA.VV. – Arnaldo Pomodoro, 2004, 34×24 (44×34) cm 56 pp. 285 (70+XX)
Testi dedicati a Claudio Abbado da Martha Argerich, Pierre Boulez, Duilio Courir, Bruno Ganz, Yury Liubimov, Claudio Magris, Antonello Manacorda, Giulia Maria Mozzoni Crespi, Leopoldo Pirelli. Gli esemplari in numeri romani ed i primi 70 in numeri arabi, corredati di un contenitore legno-bronzo numerato e firmato di Arnaldo Pomodoro. Testi composti in Garamond corpo 14 da Rodolfo Campi e stampati da Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su bianca cotone Amatruda da 280 g. Contenitore: fonderia Battaglia e Fabio Reolon.

Al gran sole carico d’amore, AA.VV. – Emilio Vedova e Renzo Piano, 2006, 52×36 cm 48 pp. 70+XXV+5 PA
Omaggio a Luigi Nono con testi di Luciana Abbado Pestalozza, Luigi Berlinguer, Massimo Cacciari, Aldo Clementi, Duilio Courir, Roberto Fabbriciani, Igne Feltrinelli, Pietro Ingrao, Yury Liubimov, Ennio Morricone, André Richard, Salvatore Sciarrino. Con una tavola all’acquaforte, numerata e firmata di Renzo Piano. Gli esemplari in numeri romani ed i primi 70 in numeri arabi, corredati di tre incisioni originali all’acquatinta, a piena pagina, di Emilio Vedova, numerate e firmate dall’artista. Composizione testi: Rodolfo Campi in Garamond c. 14. Stampa testi: Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, su puro cotone Amatruda di Amalfi da 200g. Stampa incisioni di Emilio Vedova: Corrado Albicocco su Incisione 650 Magnani da 310g. Legatore: Sandro Francescon, Belluno.

Variationen für Op. 31, Luigi Nono – Giuseppe Spagnulo, 2012, 30 x 20 2 vol + 1 DVD 20 + 980
Il cofanetto contiene: la partitura dell’ Op.31 di Arnold Schönberg nell’ Edizione Universal annotata pagina per pagina da Luigi Nono: il testo della presentazione che ne fece Schönberg alla Radio di Francoforte nel 1929; la lezione di Nono a Darmstadt sull’opera stessa; la presentazione di Nuria Schoenberg Nono e i testi di Claudia Vincis e Therese Muxeneder; DVD con la voce originale della presentazione di Schönberg del 1929; una breve intervista rilasciata da Nono alla Radiotelevisione Svizzera; la riproduzione dei testi dattilografati sia della presentazione di Schönberg, sia della lezione di Nono, più tutti i testi del cofanetto nella versione in inglese. I primi venti esemplari sono arricchiti da una serie di variazioni con tecnica mista su carta e scultura in ferro scarnificato di Giuseppe Spagnulo.

Orfano e celibe, Giulio Paolini, 2016, 40×30 56 pp. 50+ da A a Z+ 7 ad personam e 2 d’obblligo

Testi poetici e prosastici di Giulio Paolini. Gli esemplari ijn numeri arabi, in lettere e ad personam con due carte fustellare dello stesso artista numerate e firmate. Testi composti in Dante c 12 e 14 e stampati su Amatruda puro cotone da 200 g da Rodolfo Campi. Legatura di Sandro Francescon. Cento esemplari da I/C a C/C con i soli testi.

Se il disegno pensa, Roberto Barni, 2018 35×25 24 pp.

Testo inedito di Roberto Barni con cinque piccole incisioni per i primi 40 esemplari ed una
incisione con collage per tutta la tiratura; arricchita da una scultura in fusione a cera persa di 40x18x12 cm; ogni copia con ossidazione e/o acidatura differente e proprio per ciò con autentica personalizzata – per tutti e 22 i soggetti realizzati.Testi composizione e stampa di Rodolfo Campi su Amatruda di Amalfi da 200g. legatura di Sandro Francescon; base in noce nazionale di Fabio Reolon

Golden Ratio & Shaman, Giorgio Griffa, 2019, 40×30 48 pp. 250 + L

Testo inedito di Giorgio Griffa composto in Gatamond c.14 e stampato da Rodolfo Campi su Amatruda da 300 g. con 16 riproduzioni a cliché delle composizioni a china dell’artista. I primi 32 esemplari comprendono un’opera unica acquerello su traccia di acquaforte.

Cinque esercizi di stile – Introduzione a Queneau, Raymond Queneau – Giulio Paolini, 2019 40×30 36 pp. 70

Cinque esercizi di Stile di Queneau, su autorizzazione delle Edizioni Gallimard, composte in Garamond c.18 da Rodolfo Campi stampate su Amatruda da 220 g.
In 35 esemplari in numeri arabi e 15 in numeri romani, una plaquette di Giulio Paolini in acquaforte colorata a mano, con nota di Marina Giaveri nello stesso formato dei Cinque esercizi.
Il tutto in astuccio ideato e realizzato da Sandro Francescon.

Roberto Barni per cinque rime di Michelangelo Buonarroti, Michelangelo Buonarroti – Roberto Barni, 2019 35×25 28 pp. 77

Cinque Rime di Michelangelo per tre incisioni di cui una con collage di Roberto Barni ( stampa Carini in San Giovanni Valdarno) che accompagnano i primi 50 esemplari. Testi composti e stampati da Rodolfo Campi su Amatruda da 200g e legatura artigianale di Sandro Francescon. Le prime 22 copie, corredate da un scultura in bronzo di cm 26×26ø, numerata e firmata ed autenticata su foto dall’artista (Fonderia Del Giudice Leonardo, Greve in Chianti).

Storie rosse e bandiere rosse, Marco Bazzini – Emilio Isgrò, 2019, 40×35 24 pp. 30+XX+5 ad personam+2 obbligo

Testo di Marco Bazzini composto in Garmond c.14 stampato da Rodolfo Campi su puro cotone Amatruda da 200 g. con cancellatura di Emilio Isgrò serigrafate da Berardinelli di Verona su stampa fotografica Ilford Art per i numeri arabi, le dedicate ad personam e l’obbligo; in stampa serigrafica su Etching Hahnemühle le copie in numeri romani. Numero e firma in ante, titolo e data al retro, a cura dello stesso artista.

The universal declaration of human rights, Emilio Isgrò, 2015 230,6×29,7 1 p. 30+XV

Rotolo contenente la cancellazione della dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, composta da frammenti in diverse lingue della versione originale.