giovedì 20 Giugno 2024
HomeAmbienteA Nocera Inferiore l'ISS Marconi vince il programma di alternanza scuola-lavoro dedicato...

A Nocera Inferiore l’ISS Marconi vince il programma di alternanza scuola-lavoro dedicato alla sostenibilità

Gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore G. Marconi di Nocera Inferiore sono i vincitori di “GenerAzione per la Transizione – Clima ed Energia”, il progetto 2024 di alternanza scuola lavoro del Gruppo ACEA che ha coinvolto 300 studenti e 11 istituti tecnici e licei presenti nel Lazio, Toscana, Umbria, Campania. Il percorso è dedicato alla formazione e all’orientamento dei giovani verso il mondo del lavoro. Nato in collaborazione con il Consorzio ELIS, in continuità con i programmi precedenti (“GenerAzione Digitale” e “GenerAzione 2030”), ha raggiunto la settima edizione. Il progetto ha permesso ai giovani di incontrare da vicino le Società del Gruppo presenti sui territori, di approfondire e conoscere le aziende e i relativi business. Gli studenti del Marconi di Nocera Inferiore, uno dei 75 comuni in cui Gori gestisce il servizio idrico integrato, hanno partecipato a due giornate di lavoro durante le quali, con il supporto dei tutor Ciro Bianchi, responsabile dell’unità Telecontrollo ed Energy management di Gori, e Carmine Principe, responsabile dell’unità Sviluppo Telecontrollo di Gori, hanno prodotto un progetto riguardante un sistema di riutilizzo dell’acqua piovana in ottica di una comunità idrico – energetica; l’idea di fondo consiste nel riutilizzo locale e distribuito delle acque di pioggia attraverso l’uso efficiente della tecnologia in ottica di sostenibilità energetica ed idrica. La sessione di lavoro (hackathon), ha consentito ai giovani di confrontarsi con sfide e problemi concreti adottando metodologie di project management. Un team tecnico composto da esperti del Gruppo Acea e del Consorzio Elis ha individuato come miglior progetto proprio quello realizzato dalla scuola Marconi per innovazione e fattibilità. Tutti gli studenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione mentre i componenti del team vincitore si sono aggiudicati un buono Amazon, accompagnato dal Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Acea. L’iniziativa è in linea con le politiche di ACEA in ambito di Responsabilità Sociale d’Impresa, volte a contribuire alla formazione delle nuove generazioni sui temi della Transizione Energetica su cui il Gruppo è impegnato nei territori per lo sviluppo di una nuova comunità evoluta ed attenta alle risorse ambientali.
Gli ulteriori finalisti sono: il Liceo Francesco d’Assisi di Roma, con il team Schema Ponzi ed il progetto: “Programma di sensibilizzazione attraverso attività incentrate sulla sostenibilità presso le scuole”; l’IIS Giorgi Woolf di Roma con il team Onde di potenza ed il progetto: “Produzione energia elettrica green tramite la forza mareomotrice grazie a turbine sottomarine e boe galleggianti”; l’ITI Volta di Perugia con il team B.O.W. ed il progetto “Riutilizzo degli scarti di “produzione” finalizzati alla trasformazione del depuratore in un’oasi verde”; figli di dipendenti ACEA Green Team con il progetto “Diffusione di un modello di vita volto alla diffusione e alla sensibilizzazione per una cultura più sostenibile”.
“Una bellissima iniziativa volta alla promozione della cultura della sostenibilità e della formazione sui temi della risorsa idrica e della transizione energetica, a cui siamo orgogliosi di aver partecipato con i tutor di Gori insieme agli studenti ed insegnanti dell’Istituto G. Marconi di Nocera Inferiore, con un progetto che riguarda la raccolta delle acque piovane finalizzato al riuso della risorsa idrica, in linea con gli obiettivi del Gruppo Acea e dell’Agenda 2030” dichiara il Responsabile Human Resources e Organization di Gori, Giovanni Airoldi.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche