martedì 18 Giugno 2024
HomeFacimm Ammuin!A Volla sempre più servizi a favore delle "fasce deboli"

A Volla sempre più servizi a favore delle “fasce deboli”

VOLLA. Quest’ultimo è unico nel suo genere, visto che il Comune, con risorse proprie, sostiene fin dentro le mura domestiche alcuni minori che versano in condizioni di disagio sociale. Il giorno 7 marzo 2008 ci sarà un incontro pubblico dal titolo “PARI OPPORTUNITA’ A VOLLA” per far conoscere le attività e i servizi gratuiti che il Comune ha attivato sul territorio a favore delle cosiddette “fasce deboli”. Sono infatti quasi cinque anni che minori a rischio, anziani, disabili e donne in difficoltà hanno, presso le strutture pubbliche, operatori qualificati e servizi ad hoc per rispondere al disagio sociale. L’Amministrazione, in collaborazione con le coop. soc. Irene ’95, Cosmopolitan, Senexus e Tecnogreen, offre alla propria cittadinanza: un centro per il sostegno alla genitorialità, un centro di aggregazione per minori, un centro sociale per anziani, un centro diurno per disabili, un servizio di educativa domiciliare. Tutto ciò per far sì che tutti i cittadini abbiano la possibilità di vivere dignitosamente, che siano uomini e donne, piccoli e adulti, disabili e normo-dotati. In tale sede, dopo i saluti del Sindaco dott. Salvatore Ricci e del presidente della coop. Irene ’95 Giuseppe Gambardella, interverranno gli operatori dei servizi che racconteranno il proprio lavoro, intervallati dagli interventi del coordinatore dell’Ufficio di Piano N10 dott. Nicola Anaclerio, dell’assessore alle pari opportunità prof.ssa Geltrude Molisso, dell’assessore alle politiche sociali dott. Francesco Esposito. Modera il coordinatore dei servizi suddetti, dott. Franco Micucci.

Mina Spadaro

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche