lunedì 25 Ottobre 2021
HomeCultura e SpettacoliArtista afragolese finalista al "Premio Arte Laguna"

Artista afragolese finalista al “Premio Arte Laguna”

AFRAGOLA.

opera max coppeta
opera max coppeta

Cresciuto ad Afragola ma da qualche anno residente a Bellona, il 34enne Max Coppeta è in lizza per la sezione Scultura/Installazione; concorre con “Long DropII”, l’opera più grande del ciclo “Piogge sintetiche” che è stata proposta al grande pubblico per la prima volta lo scorso novembre a Milano. L’installazione consta di circa 40 lastre di vetro molato in successione, per circa 2,50 metri, che ‘bloccano’ nel tempo e nello spazio un evento naturale ed inafferrabile come l’acqua. “Long Drop” – che nella sua versione de ‘Le Piogge nere’ ha stregato Los Angeles con l’esposizione allo Houston Fine Airt Fair (HFAF) – ha già fatto breccia in una giuria internazionale composta da direttori di musei e fondazioni e curatori indipendenti (Igor Zanti presidente), chiamata a selezionare, tra ottomila candidati, i 110 finalisti che rappresentano l’eccellenza degli artisti contemporanei per quanto riguarda la scultura, la pittura, la fotografia, l’arte virtuale e digitale e il video arte e performance, le cinque sezione attraverso le quali si snoda il prestigioso premio veneziano. Un riconoscimento importante per Max Coppeta, che ha già riscosso ampi consensi per questa intensa e particolare opera in occasione di diverse e rilevanti esposizioni. Basti pensare che “Long DropI”, l’opera gemella di quella presentata a Venezia, è in collezione permanente al Museo Civico Magma di Roccamonfina.
Nato a Sarno, Coppeta debutta come scenografo ma si avvicina ben presto alla multimedialità fino a diventare ricercatore attento a trovare nuovi formati visivi. Autore della prima opera scannografica della Storia dell’Arte Contemporanea (il Regalo di Dio, 1998) proposta al pubblico a Piazza Plebiscito in occasione della mostra “Inrassegna” inaugurata nel 2001 con il Patrocinio del Comune di Napoli, Coppeta si guadagna un posto da protagonista nel mondo dell’arte contemporanea grazie alle ‘Piogge Sintetiche’ che sono state già esposte a Torino, Ascoli Piceno, Caserta, Forlì, Napoli, Milano, Roma e Los Angeles.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti