mercoledì 24 Aprile 2024
HomeSportCampionato di serie A, Napoli: Dybala e Vazquez affondano gli azzurri

Campionato di serie A, Napoli: Dybala e Vazquez affondano gli azzurri

Campionato di serie A, Napoli: Dybala e Vazquez affondano gli azzurri. Il Napoli era chiamato alla conquista della quinta vittoria di fila in campionato, oltre nel tenere a distanza le inseguitrici per il terzo posto.

Serata amara per gli azzurri che sono caduti al Barbera sotto i colpi dei gioiellini palermitani Dybala e Vazquez artefici di una grandissima prestazione.

Benitez, in vista dell’impegno di Europa league, tiene a riposo Koulibaly, Ghoulam e Gargano; al loro posto giocano Strinic, Britos e Jorginho.

Nei rosanero Iachini deve fare a meno dello squalificato Gonzalez e degli infortunati Vitiello e Maresca.

Formazioni:

Palermo (4-3-2-1): Sorrentino; Rispoli, Andelkovic, Terzi, Lazaar; Bolzoni, Rigoni, Barreto; Quaison, Vazquez; Dybala.

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Strinic; Jorginho, David Lopez; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain.

Cronaca della partita:

Prime fasi della gara di studio tra le due squadre che cercano di colpire al primo errore dell’avversario. Il primo tentativo della partita è del Napoli con un tiro a volo dai 25 metri di De Guzman, Sorrentino si oppone con i pugni. Al 14’ il Palermo passa in vantaggio: tiro dai 40 metri di Lazaar, la sfera prende velocità rimbalzando sul manto erboso e beffa il portiere Rafael (reo di aver sbagliato completamente l’intervento). Al 21’, su una palla persa da Strinic, i rosanero partono in contropiede con Dybala e Vazquez, quest’ultimo serve Bolzoni che, tutto solo, calcia incredibilmente a lato alla destra di Rafael. Al 35’ arriva il raddoppio rosanero: Quaison supera Jorginho ed effettua un lancio di 40 metri verso Dybala, l’argentino stoppa la sfera ed attende l’arrivo di un compagno di squadra, assist per Vazquez e Rafael battuto per la seconda volta. Al 37’ gli azzurri provano a riaprire la gara con un tiro dal limite dell’area di rigore rosanera di Higuain, Sorrentino si distende e devia in angolo. Il primo tempo termina sul 2-0 per i padroni di casa. Napoli troppo brutto per essere vero, mai in partita e sempre in balia degli avversari. Nella ripresa serve una reazione se si vuole raddrizzare la gara.

Inizio del secondo tempo. Al 51’ punizione per gli azzurri dal limite dell’area di rigore palermitana: tiro di Callejon alto di poco. Al 62’, i padroni di casa hanno l’occasione per chiudere definitivamente la gara con Vazquez, ma Rafael si oppone e devia in angolo. Il 3-0 è rimandato solo di un paio di minuti: ennesima giocata di Dybala che supera un avversario e crossa al centro dell’area di rigore azzurra verso Vazquez che fa da sponda verso l’accorrente Rigoni che in spaccata sigla il terzo gol rosanero. All’81, su un calcio di punizione battuto da De Guzman, il neo entrato Gabbiadini trova la deviazione vincente per il 3-1. Nel finale di gara il Palermo gestisce agevolmente, mentre gli azzurri sembrano non avere più né energie fisiche né nervose per recuperare lo svantaggio di due gol. Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro Mazzoleni decreta la fine delle ostilità.

Con questa sconfitta si ferma la striscia positiva di vittorie degli azzurri. Adesso la Fiorentina è a sole quattro lunghezze.

Il Palermo conferma di essere la vera rivelazione del campionato con bene 33 punti ed in lotta per un posto in Europa grazie soprattutto alle giocate cristalline degli argentini Dybala e Vazquez.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche