lunedì 24 Giugno 2024
HomeAttualitàDell'elettromagnetismo di Castellammare si discute alla Tv della Libertà

Dell’elettromagnetismo di Castellammare si discute alla Tv della Libertà

CASTELLAMMARE DI STABIA – I tralicci di Castellammare di Stabia piombano alla ribalta della cronaca nazionale. Domani la Tv della Libertà, l’emittente satellitare fondata lo scorso 11 giugno da Michela Vittoria Brambilla, realizzerà una puntata dal titolo “Italia malata”, avente ad oggetto la discussione sui danni alla salute prodotti l’inquinamento elettromagnetico. Durante la diretta, a cui parteciperanno Antonio Sicignano, vicepresidente regionale dei Circoli della Libertà, e l’on. Altero Matteoli, presidente dei senatori di AN, verrà dato ampio risalto alla battaglia condotta dagli abitanti della cooperativa Sant’Agostino di Castellammare di Stabia, contro un Traliccio dell’Enel, direttamente prospiciente le loro abitazioni. In realtà, tale traliccio secondo gli abitanti della zona sarebbe il principale sospettato per alcune tragiche morti, dovute a malattie tumorali, avvenute proprio nelle abitazioni prospicienti allo stesso. «La questione dei tralicci alle abitazioni della Cooperativa Sant’Agostino – spiega Antonio Sicignano (nella foto), autore della denuncia – è una questione molto delicata che va affrontata con molta serietà, perché ha direttamente ad oggetto la salute dei cittadini. Così come tutte queste morti sospette, avvenute a carico degli abitanti della zona, non possono essere non tenute nel giusto conto dalle istituzioni. Personalmente farò in modo che la questione dell’inquinamento elettromagnetico divenga una tema della prossima campagna elettorale, e quindi una priorità dell’azione del prossimo governo di centrodestra».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche