lunedì 4 Marzo 2024
HomeAppuntamentiFemminicidio, domani istituzioni e associazioni a confronto

Femminicidio, domani istituzioni e associazioni a confronto

NAPOLI.Tra Tolleranza ed Emergenza. Femminicidio : le ragioni di un fallimento.” Domani, 29 marzo ore 17.30, presso l’Istituto di Cultura Meridionale (Palazzo Arlotta, via Chiatamone 63).

 

“Forze dell’Ordine, magistrati, diplomatici, istituzioni e associazioni a confronto su una delle tematiche più drammatiche che l’attualità ripropone costantemente e che ci impone di interrogarci sui motivi di tale emergenza”, dichiara il Console di Bulgaria Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale e Coordinatore
Nazionale Fenco (Federazione nazionale dei consoli) che ha organizzato l’iniziativa.
Insieme alle numerose autorità del mondo Istituzionale, Diplomatico e Consolare interverranno Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, Monica Robelo Raffone, Ambasciatore del Nicaragua in Italia, Maria Antonietta Troncone Procuratore di S. Maria Capua Vetere, Beya Ben Abdelbaki, Console Generale della Repubblica di Tunisia, Carmela Pagano Prefetto di Napoli, Sandro Fucito, Presidente
Consiglio Comunale di Napoli, la professoressa Annamaria Colao, la professoressa Angela Procaccini, Giovanna Fiume, Presidente Associazione Donne a Testa Alta, il Console Gennaro Danesi e Valeria Valente, Presidente Commissione bicamerale per il femminicidio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche