lunedì 4 Marzo 2024
HomeAmbienteGiornate Ecologiche: nuovo calendario per la raccolta di oli e pile esauste,...

Giornate Ecologiche: nuovo calendario per la raccolta di oli e pile esauste, toner, cartucce e medicinali scaduti

Novità 2024: cambiano location e giorno della settimana per il conferimento. Amalfi in prima linea nella tutela dell’ambiente e del mare. Mercoledì 7 febbraio 2024 prima giornata di raccolta.

Prosegue la campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata intrapresa dal Comune di Amalfi, guidato dal Sindaco Daniele Milano, per stimolare una gestione consapevole dei rifiuti finalizzata al loro smaltimento sostenibile.

Tante le novità per le Giornate Ecologiche 2024, per la raccolta di oli e pile esauste, toner, cartucce e medicinali scaduti, ovvero rifiuti speciali pericolosi che inquinano l’ambiente.

Si conferirà come sempre una volta al mese, di mercoledì, in Piazzale dei Protontini, in zona Porto in concomitanza con il mercato rionale, in linea con le esigenze dei cittadini.

La prima Giornata Ecologica promossa dall’Amministrazione Comunale è in programma mercoledì 7 febbraio 2024. Le prossime date utili saranno mercoledì 6 marzo, 3 aprile, 8 maggio, 5 giugno, 3 luglio, 31 luglio, 4 settembre, 2 ottobre, 6 novembre e 4 dicembre 2024.

L’unico punto di raccolta, sviluppato in collaborazione con la IS.VEC. Srl gestore del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e la società LEM specialista nel settore degli oli esausti, sarà installato in Piazzale dei Protontini dalle ore 9 alle 12, mentre per il ritiro nelle frazioni di Amalfi sarà possibile prenotarsi presso l’Ecosportello, telefonando al numero 089 87 36260 (servizio attivato dall’Amministrazione Comunale, sempre attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00).

«Il nuovo calendario di raccolta di oli e pile esauste, toner, cartucce e medicinali scaduti è stato pensato per facilitare i cittadini, nello stesso giorno del mercato rionale. Abbiamo deciso di unire più tipologie di materiali, perchè le sostanze contenute all’interno costituiscono un potenziale pericolo a causa della loro elevata tossicità: contengono infatti metalli pesanti come piombo, cadmio, cromo e mercurio. Il loro abbandono e la raccolta scorretta rischiano di inquinare in modo grave le acque. Tuttavia è possibile riciclare almeno il 60% di questi materiali, immettendoli nuovamente nel ciclo produttivo», sottolinea l’Assessore all’Ambiente, Ilaria Cuomo.

Le innovazioni nel settore della raccolta differenziata si inseriscono nella più ampia visione turistica di Amalfi, in ottica sostenibile: decoro e pulizia sono i punti cardine per l’attrattività di un territorio e per il benessere e la qualità della vita dei cittadini.

«Tra le mission che stiamo sviluppando come Amministrazione Comunale, c’è la tutela del nostro patrimonio paesaggistico, artistico e culturale – prosegue l’Assessore – La sostenibilità, insieme all’implementazione di abitudini virtuose, è determinante per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente e del nostro mare. Stiamo registrando ottimi risultati dalla raccolta differenziata, in particolare nella raccolta del multimateriale, in seguito all’adozione del nuovo calendario di conferimento dei rifiuti. Insistiamo con la campagna di sensibilizzazione e comunicazione rivolta ai cittadini, ai giovani e alle attività produttive per attivare un’economia circolare in contrapposizione alla cultura dell’usa e getta, attraverso l’adozione delle cinque R fondamentali: ridurre, riutilizzare, riciclare, raccogliere e recuperare».

La Giornate Ecologiche saranno accompagnate da opuscoli informativi sulla raccolta differenziata. Saranno consegnate ai cittadini anche le taniche da 3 litri dove riporre gli oli esausti, rifiuti altamente inquinanti, che però possono essere riutilizzati per il riciclo e la trasformazione in energia. (Ufficio Stampa Comune di Amalfi: Mario Amodio/Barbara Landi)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche