martedì 27 Febbraio 2024
HomeAppuntamentiIl Carnevale Amalfitano è pronto ad esplodere: spazio alla fantasia!

Il Carnevale Amalfitano è pronto ad esplodere: spazio alla fantasia!

Felicità e allegria le parole d’ordine, con strade e piazze che si riempiono di divertimento, colori, spettacoli diffusi, street parade, musica e tanta allegria. Il Concerto interattivo del Gioco dell’Oca tra chitarre, tamburi, tammorre e maracas. Esibizioni in Piazza Duomo e spettacolo in Arsenale alla ricerca di Re Carnevale. Tre giorni di grande festa dall’11 al 13 Febbraio 2024.

AMALFI. Spazio alla meraviglia! È un tripudio di colori e allegria il Carnevale Amalfitano, in programma dall’11 al 13 febbraio 2024.

Tre giorni di puro e sano divertimento, promossi dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Daniele Milano, per emozionarsi, lasciarsi stupire e per imparare a guardare al mondo con gli occhi sognanti della fantasia dei bambini.

Un mix di creatività, coreografie ed energia, attraverso gli scorci più belli di Amalfi, tra street parade, maghi affabulatori, storie fantastiche, maschere, clown, ritmi, trucchi colorati e maschere eccentriche, senza dimenticare le grandi tradizioni popolari.

L’Antico Arsenale, Piazza della Bussola, la scala monumentale del Duomo e le strade si animano con spettacoli ed esibizioni diffuse che si proiettano all’aperto, in grado di coinvolgere adulti e piccini.

«Che la grande festa di Carnevale abbia inizio! Allegria è la parola chiave – esordisce l’Assessore all’Infanzia, Francesca Gargano – Abbiamo pensato ancora una volta a tutte le fasce d’età, bambini, famiglie, ragazzi, nonni per vivere la dimensione collettiva del “fare festa insieme”, per regalare gioia e anche qualche momento di spensieratezza. Tutti insieme a divertirsi e sorridere. Stare insieme è fondamentale per costruire una comunità. Desideriamo travalicare questo confine generazionale e far comunicare le persone. Pronti a salire a bordo della nostra allegra carovana della felicità? Vogliamo tornare a stupirci, a godere della meraviglia e della bellezza della vita, tutti protagonisti».

Prosegue e si intensifica, inoltre, la collaborazione con il Gran Carnevale di Maiori, tra i carnevali storici d’Italia, che quest’anno celebra il 50ennale, in una joint venture consolidata tra i due Comuni, punto di attrazione della Costa d’Amalfi.

«Il Carnevale Amalfitano sarà all’insegna dell’interazione, per cui invitiamo tutti a scendere in strada con la loro maschera più bella – sottolinea la Consigliera alla Cultura e agli Eventi Enza Cobalto – Siamo felici della collaborazione con il Carnevale di Maiori, che quest’anno celebra le “Radici” come tema ispiratore e leitmotiv, verso il quale nutriamo profondo rispetto: gli eventi, infatti, sono ideati affinché non si sovrappongano, ma si intersechino in maniera complementare. La grande festa del Martedì Grasso amalfitano e il week end che la precede sono pensati per un pubblico trasversale. Da non perdere il laboratorio interattivo in Piazza della Bussola: uno concerto tra chitarre, tamburi e tammorre con l’inclusione del pubblico. E ancora le esibizioni lungo le scale monumentali della Cattedrale, i gruppi di ballo. I bambini saranno protagonisti indiscussi: potranno impadronirsi della città, tra pupazzi, canzoni, coriandoli. Soprattutto, che fine avrà fatto Re Carnevale? Lo scopriremo con un entusiasmante spettacolo in Arsenale. Tra mostri e personaggi del grande teatro napoletani trasformati in detective molto speciali: il risultato sarà esilarante».

Start domenica 11 Febbraio 2024, con il concerto interattivo “Un’orchestra per il Carnevale. Il gioco dell’Oca musicale”, in Piazza della Bussola. Il gioco si svolge in tre turni, alle ore 10.00, 11.00 e 12.00 ed è obbligatoria la prenotazione al numero 333 9234383.

Un laboratorio musicale prende spunto dal tradizionale Gioco dell’Oca. I bambini, tutti in cerchio, saranno i protagonisti di una vera Orchestra, coinvolti tra ritmi e le melodie che caratterizzano la tradizione musicale legata al Carnevale.. Tutti parte attiva di un vero e proprio “Concerto” di Carnevale per Voci e strumentario musicale, con strategie estremamente attive che coinvolgeranno simultaneamente i bambini e i loro genitori, che tra chitarra, tamburi, tammorre ecc, si immergeranno attraverso l’uso di corpo, voce, strumentario Orff (Sound Shapes, Cembali, shakers, triangoli, tamburi, tammorre, tamburelli, maracas, clave, piatti, etc), in un’esperienza immersiva innovativa e divertente.

Sarà un’esplosione di energia lunedì 12 febbraio 2024 alle ore 15.15, con i Gruppi di Ballo del Gran Carnevale Maiorese, con partenza da Piazza Spirito Santo e arrivo in Piazza Duomo alle ore 15.30, dove lo show proseguirà con l’esibizione di danza, con le più belle e originali Mascherine Amalfitane.

Martedì 13 febbraio 2024 alle ore 11 spettacolo per le famiglie “Che mondo è se Carnevale non c’è” all’Arsenale della Repubblica, tra musica, attori, allegri pupazzi e Re Carnevale in persona.

Il Sindaco del Paese di Carnevale è disperato, perchè sono ormai un paio di giorni, infatti, che Re Carnevale non si vede in giro e pure i preparativi per la Gran Festa del Martedì Grasso fervono in Città. Che sia stato rapito? Sarà stato forse il terribile Mago Pappafiocco con il suo perfido assistente Ghigo?

Il poveretto, non sapendo a che santo votarsi, chiama in soccorso Pulcinella e don Feliciello Sciosciamocca che, sembra, abbiano messo su una Agenzia di Investigazioni Private e potete immaginare con quali risultati!

I due novelli agenti vengono subito convocati e, accettato il difficile caso, si mettono alla ricerca di Re Carnevale e del suo misterioso rapitore. Conoscendoli, però, è facile immaginare in che modo condurranno le indagini e in quanti guai si cacceranno, tra arcani da risolvere, e mostri strani.

In scena Matteo Biccari, Lello Genovese e Rita Lamberti. Testo e regia Aldo de Martino, musiche Crescenzo Vitiello, scene Carla Vitaglione e i Pupazzi di Violetta Ercolano. (Ufficio Stampa Comune di Amalfi: Mario Amodio/Barbara Landi)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche