lunedì 4 Marzo 2024
HomeAttualitàIntegrazione nel lavoro delle fasce “vulnerabili”: a Caserta il meeting Italo-svedese...

Integrazione nel lavoro delle fasce “vulnerabili”: a Caserta il meeting Italo-svedese organizzato dal Consorzio Icaro

Caserta. Un meeting Italo-Svedese, organizzato dal Consorzio di Cooperative Sociali Icaro, con l’obiettivo di discutere e concordare una comune proposta progettuale, incentrata sul reinserimento nella società e nel mercato del lavoro dei gruppi vulnerabili, ed in particolare delle persone che hanno recentemente completato un percorso di riabilitazione da sostanze stupefacenti e psicotrope, con particolare attenzione alle donne e giovani: è stato il cuore dell’incontro che si è tenuto ieri all’Hotel Europa Art di Caserta.

Il meeting ha messo a confronto le diverse realtà nazionali, individuando pratiche comuni a favore dei soggetti vulnerabili.

Al proficuo evento, hanno preso parte esponenti di differenti realtà italiane e svedesi. Tra questi: Gabriele Capitelli, Fondatore e Direttore di Icaro Consorzio di Cooperative Sociali; Vincenzo Griffo – Coordinatore Progetti Europei di Icaro Consorzio di Cooperative Sociali; Claudia Faggiano, Psicologa e coordinatrice dei Servizi Psichiatrici di Icaro Consorzio di Cooperative Sociali; Nicola Catellani, Direttore del Sern; Emanuela Allegri, Dirigente Politiche Sociali del Comune di Parma; Peter Jormeus – Presidente del CDA del RIA Falköping; Susanne Berglund – Membro del CDA del RIA Falköping; Maria Johansson, Manager del servizio sociale, tossicodipendenti e adulti della Municipalità di Falköpings.

A dare il proprio contributo anche alcuni stakeholders del territorio, come Paolo Colombo, Garante dei Diritti dei Disabili del Consiglio Regionale; Francesca Palma, Direttore del Consorzio dei servizi sociali e socio-sanitari dell’Ambito Territoriale C8; Carmine De Blasio, Coordinatore dell’Ambito Territoriale C1; Luigi Bosco, Assessore Politiche Sociali del Comune di Caserta.

La giornata si è conclusa con l’unanime decisione di presentare entro il mese di marzo 2022 una proposta progettuale a valere del Programma Erasmus+ all’Agenzia Nazionale Svedese.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche