lunedì 20 Maggio 2024
HomeAppuntamenti“Linee guida in Medicina: nuove frontiere”, del procuratore Renato Martuscelli

“Linee guida in Medicina: nuove frontiere”, del procuratore Renato Martuscelli

STIO. “Linee guida in Medicina: nuove frontiere”, questo il libro del Procuratore Generale di Salerno Dott. Renato Martuscelli che verrà presentato oggi pomeriggio a Stio, in provincia di Salerno.

“Linee guida in Medicina: nuove frontiere”, il libro scritto da Renato Martuscelli (edito da Bruno Libri, prefazione di Antonello Crisci), presentato questo pomeriggio (alle ore 18.30) nella Sala Consiliare del Comune di Stio nell’ambito di un convegno denominato “Responsabilità medica, tutela del cittadino e legislazione vigente” ed organizzato dall’amministrazione del paesino dell’entroterra cilentano in collaborazione con diversi Ordini degli Avvocati della provincia di Salerno (ossia Salerno, Sala Consilina e Vallo della Lucania), nonché con l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno.
“Linee guida in Medicina: nuove frontiere”, non è altro che un commento ragionato sui principi cardini da seguire in medicina e si sostanzia per lo più in un primo commento al cosiddetto Decreto Balduzzi (decreto che di fatto dal settembre del 2012 ha rivoluzionato la Sanità italiana e le norme che la regolano, interessandosi anche del gioco d’azzardo come, ad esempio, della distanza minima della Sale da Gioco dalle scuole, ndr.) e ad alcune sentenze della Suprema Corte in materia. Renato Martuscelli (che di professione è Procuratore Generale presso il Tribunale di Salerno) è autore, tra l’altro, di diversi articoli nonché monografie in materia giuridica.

Tra i tanti scritti del Procuratore salernitano val la pena ricordare un testo edito da Giuffrè e dal titolo “Lottizzazione abusiva” che affronta lo spigoloso tema delle costruzioni abusive, dove molte volte il Diritto deve confrontarsi con l’Etica ossia con il buon senso (è si vero che molte volte le costruzioni abusive rappresentano delle vere e proprie speculazioni edilizie, ma è altrettanto vero che altre volte rappresentano, invece, il coronamento di un sogno… la “prima casa” che viene costruita con sacrificio nel proprio terreno di famiglia).
Martuscelli è un uomo che segue il suo intuito e che, per la presentazione dei suoi libri, non ama necessariamente i grandi palcoscenici. Infatti, per la presentazione di questa sua ultima opera, sta prediligendo piccoli centri dell’entroterra salernitano, quasi a voler premiare, con la sua presenza, queste zone di confine. Invero (dopo una presentazione tenutasi alla fine dello scorso mese di luglio a Giungano, altro paesino del Cilento con poco più di 1300 abitanti) questa sera Martuscelli ha scelto Stio (paesino di poco meno di mille anime e sito sempre in pieno Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano) per far conoscere il suo ultimo lavoro. L’incontro di stasera a Stio, in provincia di Salerno, inizierà alle 18,30 e sarà presieduto da Bruno Ravera (Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno). Interverranno, quindi, Lucio Alessandro (Presidente della Commissione per l’Emergenza Traumatologica della Regione Campania), Antonello Crisci (Docente di Medicina Legale presso l’Università di Salerno), Antonio Feleppa (Avvocato del Foro di Salerno), Francesco Maldonato (Avvocato del Foro di Sala Consilina), Renato Martuscelli (Sostituto Procuratore Generale presso il Tribunale di Salerno), Ferdinando Palazzo (Avvocato del Foro di Vallo della Lucania), Francesco Rossi (Rettore della Sun di Napoli e Membro del Consiglio Superiore di Sanità), Aurelio Tommasetti (Rettore dell’Università degli Studi di Salerno) e Vincenzo Viggiani (Direttore Generale della Azienda Ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno”. Il dibattito sarà moderato da Natalino Barbato, sindaco di Stio.
a cura di Sergio Sbarra

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche