giovedì 13 Giugno 2024
HomeCultura e SpettacoliNapoli. L' Orchestra Scarlatti Junior chiude l'Universiade

Napoli. L’ Orchestra Scarlatti Junior chiude l’Universiade

NAPOLI. L’Orchestra Scarlatti Junior diretta da Gaetano Russo allo Stadio San Paolo per la chiusura dell’Universiade 2019 con l’Inno di Mameli.

I giovani e giovanissimi musicisti dell’Orchestra Scarlatti Junior saluteranno le migliaia di giovani atleti giunti a Napoli da ogni parte del mondo per partecipare alla Summer Universiade 2019 e tutto il pubblico dello Stadio San Paolo, con una particolare esecuzione dell’Inno nazionale in occasione della cerimonia di chiusura che si terrà nello stadio partenopeo, domenica 14 luglio a partire dalle ore 21.00. Un messaggio di fratellanza nel segno universale della musica rivolto dai giovani di Napoli ai giovani di tutto il mondo, diffuso dalla diretta tv in mondovisione. Un messaggio affidato non a caso alle ragazze e ai ragazzi dell’OSJ che rappresentano il nostro futuro e, per l’occasione, un simbolo vivo dell’accoglienza, il Leitmotiv che ha legato musica e sport per tutta questa edizione.
L’Orchestra Scarlatti Junior, che a pieno organico conta attualmente oltre 110 ragazze e ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 20 anni, rappresenta il cuore giovane e propulsivo della Comunità delle Orchestre Scarlatti varata 5 anni fa dalla Nuova Orchestra Scarlatti, ed è stata fin dagli inizi è protagonista di importanti eventi culturali e sociali. Solo per ricordare i più recenti appuntamenti napoletani, l’OSJ ha inaugurato con concerti sinfonici l’edizione 2018 della Festa Europea della Musica (Maschio Angioino), e le edizioni 2019 del Maggio dei Monumenti (Auditorium RAI) e dell’Estate a Napoli (Cortile delle Statue della Federico II). Inoltre, il 16 dicembre 2018 è stata protagonista a Roma di un Concerto alla Camera dei Deputati in occasione dell’iniziativa Montecitorio a porte aperte.
L’OSJ, in crescita costante per qualità e partecipazione, rappresenta un’occasione unica di qualificata formazione orchestrale e di promozione di nuovi talenti per i tanti ragazzi e ragazze che si dedicano allo studio della musica nei Licei e nei Conservatori del nostro territorio e anche, per molti di loro, una concreta possibilità di primo accesso al mondo della professione artistica: una realtà di riferimento preziosa per Napoli, la Campania, il Meridione.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche