domenica 19 Maggio 2024
HomeSenza categoriaNapoli ospedale Cotugno, apre la sala multiculto e del silenzio

Napoli ospedale Cotugno, apre la sala multiculto e del silenzio

Napoli. Giovedì, 28 aprile, sarà inaugurata allospedale Cotugno, la sala multiculto e del silenzio, un ambiente in cui sarà garantito a tutti, a prescindere dalla fede religiosa, uno spazio per la preghiera, la meditazione o il raccoglimento spirituale.
La stanza, prima del suo genere in Campania, è volutamente priva di riferimenti religiosi di alcun genere e sarà a disposizione dei pazienti di altra fede o confessione diversa da quella cattolica.

La Campania, Napoli e lospedale Cotugno si sono sempre contraddistinti per una tradizione di accoglienza e di apertura ed è stato osservato che, per i pazienti, la preghiera e il raccoglimento rappresentano un rifugio e un sostegno importante nel processo di cura. Di fronte a una dimensione sempre più multietnica, pertanto, è stato naturale per noi lavorare per creare uno spazio dedicato che possa rispettare i bisogni di tutti, spiega Maurizio di Mauro, direttore generale dellAzienda Ospedaliera dei Colli.

Questa iniziativa, a cui hanno aderito alcuni dei rappresentanti delle comunità religiose presenti a Napoli, nasce dalla consapevolezza che il concetto di salute comprende anche una dimensione spirituale. Nellambito dei percorsi di umanizzazione delle cure, quindi, è fondamentale accogliere ed assistere i pazienti senza tralasciare gli aspetti spirituali, conclude.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche