venerdì 19 Aprile 2024
HomeAttualitàNapoli. Ritrovata la statua di Gesù Bambino rubata nel 2008

Napoli. Ritrovata la statua di Gesù Bambino rubata nel 2008

NAPOLI. Ritrovata dai carabinieri per la tutela del patrimonio culturale la statua di Gesù Bambino, rubata nel 2008. Domani la restituzione alla chiesa San Domenico Soriano.

Ritornerà al suo posto di origine, la statua di “Gesù Bambino con cuore in mano”, rubata dall’Arciconfraternita del santissimo Rosario nel marzo del 2008. La cerimonia di restituzione è prevista per domani alle 11 nella chiesa San Domenico Soriano, sarà il comandante del nucleo carabinieri tutela del patrimonio culturale di Napoli il capitano Gianpaolo Brasili che la consegnerà nelle mani del parroco Antonio Paoni. Il comando dei carabinieri per la tutela del patrimonio culturale, ha individuato la statua grazie alla comparazione di una sua immagine, con quella contenuta nella banca dati dei beni culturali rubati. Il recupero della bellissima opera d’arte, è riuscito grazie alle indagini dei carabinieri coordinate con la Procura d’Isernia, che hanno permesso di disarticolare nel settembre 2017 , un’organizzazione criminale le cui basi sono ritenute crocevia per la ricettazione di beni d’arte di provenienza furtiva.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche