venerdì 14 Maggio 2021
HomeAttualitàNapule è... 100.000 luci per Pino Daniele

Napule è… 100.000 luci per Pino Daniele

NAPOLI. L’infarto stroncante che ha portato via Pino Daniele pochi giorni fa, segna una gran perdita per la musica italiana e lascia un vuoto incolmabile alla città di Napoli. La notizia ha subito scatenato sui social-network una catena di messaggi di cordoglio, di saluto e di ricordi che ogni sua canzone ha lasciato nel cuore dei suoi ammiratori e non.


Alla notizia iniziale che i funerali del cantautore si sarebbero tenuti solo a Roma si è affiancata l’idea dei suoi fan napoletani di organizzare un flash-mob per dargli un ultimo saluto. Così proprio attraverso la rete, si è riusciti a dare appuntamento a tutti a piazza del Plebiscito la sera della Befana alle ore 20.45. Ma in realtà, molto prima dell’orario previsto, intorno alle ore 20.00 circa, sulle scale della Basilica Reale San Francesco di Paola in piazza del Plebiscito, già si erano radunati circa un migliaio di persone che intonavano alcuni dei suoi brani. Di li a poco una fiumana di persone ha riempito la Piazza, e se come cantava Pino “Napul’è mille culure…”, mille e più luci si sono accese e mille e più voci si sono levate sulle note di “Napul’è”, “Na tazzulell e cafè”, “Yes I know my way”, “Quanno chiove”, “O’ssaje comme fa o’ core”, “Quando”, fino a “Resta…resta cu mme”, brano che ha rappresentato il senso della mobilitazione quello di voler gridare al loro amato Pino una volta ancora quel “Resta…resta cu mme qui sul mio cuore”, il cuore di Napoli.
Per chi volesse dare un ultimo saluto a Pino Daniele, stasera, nella sua amata Napoli, ci sarà una seconda funzione funebre, aperta al pubblico alle ore 19.00 presso la Basilica Reale San Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti