giovedì 29 Luglio 2021
HomeEconomia"Nuova Tari": convegno a Camposano

“Nuova Tari”: convegno a Camposano

CAMPOSANO.  “Nuova Tari, un percorso graduale che deve fare i conti con tempi stretti”
Mercoledì un seminario informativo all’Agenzia di sviluppo dei Comuni dell’Area Nolana
Evento organizzato con l’ordine dei Commercialisti di Nola

Le nuove disposizioni in materia di tassa sui rifiuti e le direttive dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente sulla Tari e la Tariffa corrispettiva, quella cioè che si basa sul quantitativo di rifiuti prodotto, e non sulle dimensioni degli immobili: all’Agenzia di sviluppo dei Comuni dell’area nolana un workshop per gli amministratori comunali. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ordine dei dottori Commercialisti e degli esperti contabili della Circoscrizione di Nola ed è in programma per mercoledì 18 dicembre dalle ore 16.00 alle ore 19.00.
Nella sala convegni dell’Agenzia di via Trivice d’Ossa a Camposano, esperti della materia si confronteranno sul tema della “Nuova Tari, un percorso graduale che deve fare i conti con tempi stretti”. Ad aprire i lavori saranno Vincenzo Caprio, amministratore unico dell’Agenzia di sviluppo dei Comuni dell’area nolana, Domenico Ranieri, presidente Odcec Nola ed Adele Auperta, consigliere delegato Enti Locali Odcec Nola.
A soffermarsi sulle novità contenute nel DL Fiscale e nella legge di Bilancio 2020 in materia di tariffa rifiuti saranno Sergio Alvaro Trovato, avvocato e giornalista, Rocky Rossini, tributarista, Giuseppe Nocerino, presidente della commissione Enti Locali dell’ordine dei commercialisti di Nola.

“Con la nuova manovra economica – spiega Vincenzo Caprio – gli enti locali saranno interessati da numerose novità in materia di fisco e tributi. Il seminario rappresenta dunque un utile momento di approfondimento su questioni che riguardano da vicino le pubbliche amministrazioni e, di conseguenza, i cittadini”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti