mercoledì 22 Maggio 2024
HomeSanitàOrdine dei Medici Napoli, medaglie per i 40 anni di laurea. Tra...

Ordine dei Medici Napoli, medaglie per i 40 anni di laurea. Tra i premiati Luigi Maresca

Napoli. Al Teatro Augusteo, finalmente in presenza, per i festeggiamenti dei 40 e 41 anni di carriera di Medici Chirurghi ed Odontoiatri; in 450 hanno accolto questo invito.
Dopo una breve introduzione sui fondamenti della sanità, con excursus sulle tappe principali della medicina, il presidente dell’ordine dei medici Bruno Zuccarelli prosegue: “La nostra storia è il nostro orgoglio al di là del Giuramento di Ippocrate, la consegna delle medaglie alla carriera è uno dei momenti ai quali teniamo di più, perché nelle storie personali di ciascuno dei nostri colleghi premiati vive lo spirito del nostro Ordine. Il senso profondo di questa professione”, prosegue il presidente molto emozionato: “Con voi festeggiamo questo momento per essere stati in prima fila per non aver arretrato mai nemmeno nei momenti più difficili, voi non avete mollato mai e noi di questo siamo orgogliosi”.

La parola poi è passata a Sandra Froio presidente commissione odontoiatri che ha invitato prima tutti ad alzarsi per un minuto di silenzio in ricordo dei colleghi scomparsi: “Senso di comunità forte in ognuno di noi. La pandemia ha reso evidente come dipendiamo gli uni dagli altri, dobbiamo essere insieme”

Tra i premiati il dottore Luigi Maresca, medico di famiglia e ginecologo, per i suoi 41 anni di carriera, da sempre dedito alla sua professione, che negli anni ha svolto con grande amore.
Ricordando i tempi da studente ci racconta : “All’università ero uno studente pieno di sogni e di ideali, dopo quarant’anni i sogni si sono spenti gli ideali no,ma la mortificazione della nostra professione mortificata e svilita dalla classe dirigente corrotta e ignorante è totale”.

Ad allietare la serata un’ospite d’eccezione, il Maestro Peppe Barra, che ha intrattenuto la platea con la verve che lo contraddistingue. Emozionante l’interpretazione della tammurriata nera dedicata alla violenza sulle donne, come grido di disperazione.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche