mercoledì 17 Aprile 2024
HomeAppuntamentiPALLAVOLO B1 F. LUVO BARATTOLI ARZANO ESPUGNA MARSALA AL TIE-BREAK

PALLAVOLO B1 F. LUVO BARATTOLI ARZANO ESPUGNA MARSALA AL TIE-BREAK

GESANCOM MARSALA 2 – LUVO BARATTOLI ARZANO 3 (25-27; 25-15; 20-25; 33-31; 10-15)

GESANCOM MARSALA: Varaldo 10, Caserta 20, Modena 5, Norgini (L), Gasparroni 2, Sturniolo, Grippo 3, Galiero 19, Silotto 13, Morciano 11. Non entrate: Bergese. All. Campisi;

LUVO BARATTOLI ARZANO: De Siano 15, Piscopo V. (L), Passante 16, Suero 6, Silvestro, Allasia 6, Palmese 1, Carpio 2, Sanguigni 12, Putignano 27. Non entrate: Piscopo F., Dello Iacono. All. Piscopo A.;

Arbitri: Andrea Minelli e Sonia Pinto;

Durata set: 32’; 27’; 28’; 42’; 16) 2h25’. Battute sbagliate Marsala:10, Battute punto Marsala:12, Muri Punto Marsala:7. Battute sbagliate Arzano:14, Battute punto Arzano: 9, Muri Punto Arzano: 10.

MARSALA – Vittoria da due punti per la Luvo Barattoli Arzano che compie la grande impresa di conquistare il successo in casa del Marsala e tornare a casa addirittura con il rammarico di aver lasciato un punto in Sicilia. Una bella gara, che ha convinto gli spettatori presenti ed anche i numerosi appassionati che l’hanno seguita sugli schermi piccoli e grandi.

“Siamo veramente soddisfatti. Bellissima partita, ben giocata soprattutto in difesa. Le due squadre hanno saputo dare un grande spettacolo. Anche il pubblico ha gradito perché ha applaudito a lungo nonostante la sconfitta delle sue beniamine” dichiara il presidente Raffaele Piscopo all’emittente Tr3.

Il grande equilibrio si vede fin dal primo set. Le due squadre si inseguono nel punteggio non riuscendo a creare una forbice convincente di distacco. Si arriva ai vantaggi che si concludono in maniera positiva per le ospiti: 25-27.
Nella prima parte del secondo set Arzano sparisce dal campo. Quando il punteggio diventa imbarazzante 16-5, parte il primo timido tentativo di recupero. La forbice però è troppo ampia ed il pareggio è inevitabile: 25-15.

Cambiato il campo si torna all’antico. De Siano e Putignano si mettono in bella evidenza, l’opposta terminerà la gara con 27 punti all’attivo: “Una gara interminabile, torniamo a casa con un successo e con la consapevolezza di aver dato tutte il massimo” dichiara a fine partita.

Il quarto set è quello che genera rammarico. Dopo tre match point sprecati, arriva la serie che consente all’agguerrita ex Simona Galiero di trascinare la gara al quinto set. Finisce 33-31 dopo 42 minuti. La Luvo Barattoli Arzano è consapevole di potercela fare e non demorde. Cambiato il campo sul 7-8 tutto è pronto per lo sprint finale concluso al secondo tentativo con un attacco spedito fuori dalle ragazze di casa.

Coach Antonio Piscopo a Tr3 non nasconde la soddisfazione: “Potevamo vincere 1-3 ma il Marsala è una grande squadra ed ha onorato la partita. Abbiamo visto una bella pallavolo con attacchi spettacolari e difese incredibili”. Sul progetto delle giovani aggiunge: “Il nostro compito resta quello di portare le giovani in prima squadra, quando i risultati sono questi ne vale la pena di lavorare”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche