martedì 29 Novembre 2022
HomeAttualitàPompei e Avella unite in nome della cultura

Pompei e Avella unite in nome della cultura

POMPEI. Avella e Pompei insieme per il rilancio culturale delle due città. È questa la sintesi di un incontro tenutosi questa mattina a palazzo De Fusco tra il sindaco Uliano e una rappresentanza dell’amministrazione avellinese e il presidente della Fondazione “Avella Città D’Arte”, Antonio Larizza.

Un legame germogliato la settimana scorsa nel corso di un convegno a cui ha preso parte l’assessore all’Unesco Margherita Beatrice e che verrà suggellato da un patto di amicizia tra le due città unite dalla presenza di scavi archeologici e da una forte vocazione culturale.
“Si parla spesso di degrado ambientale – ha affermato Larizza – ma io sono convinto che in ogni caso si tratti di degrado culturale e sociale, per questo l’azione della Fondazione che mi onoro di presiedere ha deciso di indirizzare la propria attività verso questi ambiti. La crescita sociale e collettiva va di pari passo con quella culturale ed è verso questa direzione che andremo assieme e in sinergia con il Comune di Pompei”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti