sabato 13 Aprile 2024
HomeAppuntamentiIl Presepe Vivente di Luigi De Simone arriva in Terra Santa

Il Presepe Vivente di Luigi De Simone arriva in Terra Santa

SANT’ANASTASIA. La trentasettesima edizione del “Presepe Vivente” di Luigi De Simone e rappresentato dalla  “Associazione culturale compagnia teatrale i Giocondi”, approda in Terra Santa.

Dopo la tradizionale data del 24 dicembre al borgo Sant’Antonio, “ I Giocondi” rivivranno le scene della natività il 3 gennaio a Nazareth e il 6 gennaio a Betlemme.

Un suggestivo e magico Natale è in arrivo per l’ “Associazione culturale compagnia teatrale i Giocondi”, infatti le scene del presepe vivente,  per la prima volta nella storia di questa ultra trentennale tradizione, approderanno in Terra Santa.

Il “ Presepe Vivente” ideato e portato avanti nei decenni dal medico Luigi De Simone, di cui ne è anche il direttore artistico, giunge alla trentasettesima edizione e oltre alla consueta data del 24 dicembre al Borgo Sant’Antonio, ci saranno altre due rappresentazioni destinate a rimanere nella storia non solo della compagnia “I Giocondi” ma anche della cittadina anastasiana. Il 3 gennaio il “Presepe Vivente” sarà messo in scena a Nazareth e il 6 a Betlemme. I meravigliosi quadri viventi come quelle delle lavandaie, dei profeti, dell’ osteria e naturalmente della nascita di Gesù Bambino  rivivranno in quei luoghi dove tutta la storia del cattolicesimo ha avuto inizio. Oltre a ripercorrere e rivivere la nascita di Gesù bambino nei mistici posti, “I Giocondi” porteranno in Terra Santa anche l’antica arte presepiale, che trova antiche radici già da quando San Francesco D’Assisi agli inizi del 1200, dopo la Messa di Natale a Greccio, rievocò la nascita di Gesù con dei veri e propri raffiguranti. La leggenda racconta che sul pagliericcio, culla di Gesù, apparve un bambino in carne ed ossa e da allora la tradizione del presepe si è tramandata durante i secoli, trovando solide radici nella cultura partenopea. È proprio al presepe di Greccio a cui si ispira  la compagnia I Giocondi, che da anni trasforma l’antico borgo anastasiano in uno dei più bel presepi viventi. Dal profilo Face book della compagnia, le prime dichiarazioni sono di grande soddisfazione: “Giungere in Terra Santa a rappresentare le scene della Natività, li proprio dove tutto nacque, è per noi il dono più prezioso che potessimo ricevere alla vigilia di questo Natale”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche