giovedì 30 Maggio 2024
HomeAppuntamentiA S.Gennaro il convegno "Tifo ma non odio" col figlio di...

A S.Gennaro il convegno “Tifo ma non odio” col figlio di Dino Viola

di DONATO DALIA

SAN GENNARO VESUVIANO –Fra poche ore nella storica Fiera Vesuviana, giunta oramai alla 403esima edizione, si parlerà di calcio, esattamente di come si possa essere tifosi appassionati senza, però, essere violenti.

“Tifo ma non odio”, è questo il nome del convegno che si terrà stasera dalle ore 19 in poi nella sala convegni del salone fieristico della cittadina vesuviana e che vedrà, tra gli altri, l’importante presenza di Riccardo Viola, presidente del Coni Regione Lazio nonché figlio dell’indimenticato presidente giallorosso Dino (sotto la cui presidenza la Roma vinse nel 1983 il suo secondo scudetto, ndr.).
La manifestazione in questione -fortemente voluta da Sergio Sbarra (avvocato sangennarese tifosissimo della Roma e fondatore di un gruppo di pace tra tifosi denominato “TIFO ROMA ma non odio il Napoli”, ndr.) e dai soci del Roma Club Saviano- va a bissare il triangolare (denominato sempre “Tifo ma non odio”) tenutosi lo scorso 18 giugno a Saviano (NA) tra lo Juventus Club Casamarciano, il Napoli Club San Gennaro Vesuviano ed il Roma Club Saviano ed organizzato dallo stesso Sergio Sbarra e dal Roma Club Saviano ed a cui partecipò, tra gli altri, Antonella Leardi, ossia la mamma di Ciro Esposito.
“Il mio non è un tentativo di candidarmi al nobel per la pace –esordisce ironicamente Sergio Sbarra- ma ritengo doveroso da parte nostra cercare di distendere i rapporti tra due splendide tifoserie quali sono quelle del Napoli e della Roma.
Io non ho l’ambizione di reintrodurre il gemellaggio tra queste due tifoserie –continua il legale sangennarese- ma vorrei soltanto distendere i rapporti tra le stesse.
Sono veramente onorato –conclude Sbarra- che al nostro convegno parteciperanno personaggi importanti del settore quale Riccardo Viola, Fabrizio Grassetti (Presidente dell’Unione Tifosi Romanisti) e l’ultras napoletano di Curva A Alex Sanchez”.
“Il convegno odierno –afferma euforico Felice Napolitano, presidente onorario del Roma Club Saviano- mi riempie di gioia.
Per me, che non sono più un ragazzino, il tifo non può che essere appassionato, ma mai violento.
La presenza sul nostro club –termina Napolitano- del figlio dell’indimenticato presidente Dino Viola (ovvero Riccardo Viola, ndr.) mi commuove ed onora al tempo stesso, altri uomini… altro calcio”.
A dare il loro contributo al convegno in questione saranno Carmine Allocca (vicesindaco della cittadina alla falde del Monte Somma con delega allo Sport), Romeo Capelli (tesoriere dell’Unione Tifosi Romanisti), Fabrizio Grassetti (presidente dell’U.T.R.), Francesco Iervolino (giornalista de “Il Pappagallo”), Nicola Romano (già presidente del Roma Club Saviano), Antonio Russo (sindaco di San Gennaro Vesuviano) e Riccardo Viola (presidente del Coni Regione Lazio, nonché figlio dell’indimenticato presidente giallorosso Dino). “La nostra Fiera, nata oltre 400 anni fa, non si limita all’artigianato ed all’industria, ma è pronta -esordisce Antonio Russo, primo cittadino di San Gennaro Vesuviano- a dare eco e sostegno ad iniziative come questa.
Lo sport ed il tifo -continua Russo- sono gioia ed allegria, mai violenza o morte.
Siamo onorati -conclude il sindaco- di ospitare il figlio di un grande Presidente come Dino Viola”.
La manifestazione verrà moderata da Raffaele Ariola (Direttore di Scisciano Notizie).
Il convegno in questione ha attirato anche l’attenzione del mondo della gastronomia.
Infatti Alfonso Crisci (chef patron del ristorante “Taverna Vesuviana” di San Gennaro Vesuviano) in serata presenterà un piatto dedicato proprio al tifo appassionato ma mai violento.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche