mercoledì 20 Gennaio 2021
Home Attualità Somma, la "Cassata del Vesuvio", il nuovo dolce ideato da Carmine Carotenuto

Somma, la “Cassata del Vesuvio”, il nuovo dolce ideato da Carmine Carotenuto

SOMMA VESUVIANA – La Cassata del Vesuvio. E’ questo il nome del nuovo dolce nato nel piccolo comune dell’entroterra vesuviano. Il dessert, innovativo ed originale nel nome quanto negli ingredienti, nasce dall’idea dello chef pasticciere Carmine Carotenuto del noto laboratorio di pasticceria del “Luxury Royal Bar”.

La Cassata del Vesuvio, ci spiega il maestro pasticciere, è un dolce semplice, realizzato con ingredienti genuini della tradizione del nostro territorio. La sofficità del pan di Spagna, la scioglievolezza della ricotta siciliana, la golosità della confettura 100% albicocche “pellecchielle”, la croccantezza delle gocce di cioccolato, la freschezza della frutta candita: tutto questo è racchiuso nella neo specialità dolciaria.

Si tratta di un dessert unico che unisce la tradizione della classica cassata siciliano con l’elemento innovativo della confettura di albicocche, in quello che potremmo definire una sorta di gemellaggio gastronomico tra il Vesuvio e l’Etna.

- Advertisement -

A fare la differenza, fungendo da ciliegina sulla torta nel nuovo dolce del maestro pasticciere Carotenuto è appunto la “pellecchiella”, vale a dire una particolare varietà di albicocca coltivata nelle terre vesuviane e caratterizzata per la sua peculiare dolcezza.

Il gusto del frutto assieme al sapore della ricotta di pecora lavorata garantiscono una vera e propria prelibatezza per il palato. Un dolce da provare a tutti i costi, anche in vista delle imminenti festività natalizie.

“Oggi i dolci farciti con confettura di albicocche pellecchiella vanno per la maggiore, soprattutto nel territorio di Somma Vesuviana” – commenta il maestro pasticciere Carotenuto. “Al contempo, la cassata siciliana è da decenni uno dei dolci natalizi più amati. Cosi, sia nel tentativo di rendere quest’ultima  più delicata, sia per il sogno di unire le due cose, nasce l’idea di sostituire il naspro con la confettura”, rivela l’ideatore del dolce.

- Advertisement -
Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -