giovedì 30 Maggio 2024
HomeCultura e SpettacoliSuccesso per la presentazione della nuova collezione dello stilista Bruno Caruso FOTO...

Successo per la presentazione della nuova collezione dello stilista Bruno Caruso FOTO VIDEO

NAPOLI. Grande successo e più di 500 persone intervenute alla presentazione di “Le Muse”, la Collezione 2019 dello stilista partenopeo Bruno Caruso,che ha avuto luogo a Napoli nei saloni di Palazzo San Teodoro, l’antica residenza gentilizia che conserva alla Riviera di Chiaia i sapori dell’eleganza, della classe e dello charme che la stessa collezione intende celebrare.

La serata evento è stata dedicata al tema dell’interculturalità e del “no al razzismo”.
Internazionali sono infatti i clienti di Bruno Caruso, stilista napoletano apprezzato in tutto il mondo e in particolare dalla clientela doc americana, araba e russa e del resto d’Europa,e che ha visto le proprie creazioni protagoniste alle più importanti fashion week mondiali, da Montecarlo a Parigi e da Londra a Dubai, fino alla già prevista prossima partecipazione a New York.
Così come internazionali sono le 30 modelle e i 10 modelli che hanno sfilato a Palazzo San Teodoro selezionati in un casting al quale hanno partecipato più di 200 persone.

La nuova collezione di Bruno Caruso “Le Muse”è liberamente ispirata alle nove divinità greche famose in tutto il mondo, una suggestione di stili e tessuti ricercati e sempre originali.
Così come le Muse della mitologia rappresentano l’ideale supremo dell’Arte, intesa come verità del “Tutto”,allo stesso modo la collezione abbraccia composizioni diverse e abiti per ogni evento importante e di alta classe.

“Le Muse” si rivolge a una donna elegante e sicura di sé, che desidera solo il meglio e che ama stare in pubblico.I sontuosi tessuti, unici e di una leggerezza straordinaria, sono lavorati e usati in maniera magistrale. Le sete e gli chiffon vengono sapientemente lavorati e cuciti all’organza laminata e al satin elasticizzato, che donano luminosità e maestosità.
Piume, paillettes e piccoli cristalli decorano ulteriormente queste vere e proprie opere d’arte da indossare,creando, con la loro luminosità, gli effetti scintillanti dei capi della collezione.

“Le Muse”è una collezione di spessore e qualità che resta però vicina alla donna moderna e di tutte le età, conservando la prerogativa del suo stilista, che si definisce un artigiano del lusso coniugando la manualità all’eleganza e conservando le origini sartoriali napoletane, scrigno di cultura, classe, eleganza ed artigianalità riconosciuta in tutto il mondo.

I modelli femminili e i capi di alta sartoria maschile, ma anche gli accessori come scarpe, pochette, gioielli e spille, rendono la collezione un vero e proprio “spettacolo in scena”

La serata – spiega Bruno Caruso – è stata dedicata al tema dell’interculturalità perché la moda da una parte ‘non ha colore’, in quanto non fa differenze ed è mondiale per definizione, e dall’altra ha ‘tutti’ i colori, perché ciascuna cultura, tradizione e popolazione dei Paesi che ho visitato è diventata una ‘musa ispiratrice’ delle mie creazioni. Anche per questo sono doppiamente grato ai miei clienti, a quelli del Nord e del Sud Italia così come a quelli di Parigi, della Costa d’Avorio, di Dubai e di tutto il resto del mondo,”

Alla serata, che si è conclusa con una cena buffet, hanno partecipato, fra gli altri, il segretario del corpo consolare di Napoli Mariano Bruno, Elena Aceto di Capriglia e Camillo D’Antonio, Giovanni D’Antonio, Luisa Citarella, Maria Teresa Ferrari, Licia Antonini, Gino Serrao, Titti Petrucci, Eduardo Angeloni e altri esponenti del mondo della moda, dello spettacolo, dell’imprenditoria e delle professioni.

L’organizzazione dell’evento è stata gestita da Alessandro Gaglione, Cinzia D’Onofrio e Massimo Caruso. Partner tecnici: Eventplanner e allestimento coreografico a cura di Steve Di Maio; Foto: Emanuele Anastasio, Fiori: Vincenza Veronica Foniciello;Make up: Ortensia Tropeano; per Dama club di Italo Palmieri gli hairstylistAngelo Simonelli, Genny Gallaro, Antonio Scognamiglio, Sara Scia, Mario Capaldo, Michele Aurilia, Salvatore Cerrato e Maria Marra; Luci: Play Animation

(foto Emanuele Anastasio)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche