lunedì 20 Maggio 2024
HomeCultura e SpettacoliTaglio del nastro per l’Odeion restaurato con Giuliano Volpe, Presidente del Consiglio...

Taglio del nastro per l’Odeion restaurato con Giuliano Volpe, Presidente del Consiglio Superiore dei Beni culturali

Napoli. Hanno lavorato fino a poche ore prima dell’inizio della seconda, splendida, serata della rassegna Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire: archeologi del Centro Studi Interdisciplinari (CSI) Gaiola Onlus; tecnici naturalisti e ambientali; e ovviamente i preziosi falegnami che hanno rivestito gli scranni dell’Odeion con tavole di legno pregiato.

Un vero e proprio lavoro di squadra, che da settimane non ha conosciuto battute d’arresto, dall’alba al tramonto. Ieri sera, finalmente, il taglio del nastro per l’Odeion del Pausilypon, inagibile dal 2012 e restaurato grazie anche ai proventi della Rassegna giunta alla sua IX edizione. «Sono molto felice di aver avuto la possibilità di essere qui questa sera – ha affermato Giuliano Volpe, nominato dal ministro Franceschini, Presidente del Consiglio Superiore dei Beni culturali e paesaggistici del MIBACT – alla riapertura di questo nuovo teatro all’interno di un paradiso archeologico e ambientale che soddisfa il visitatore da ogni punto di vista. Considero quello del CSI Gaiola Onlus un esempio, che va consolidato e deve diffondersi. C’è una sinergia tra Sovrintendenza e gli studiosi di CSI Gaiola Onlus, che gestiscono con cura e passione questo luogo sottraendolo al degrado e facendolo conoscere attraverso diverse attività culturali ed educative. Nel mio ultimo libro – aggiunge Volpe – ho dedicato uno spazio a tale esempio virtuoso (“Un patrimonio italiano” – Utet Editore). Noi siamo dei funzionari, ma questo patrimonio non è di nostra proprietà e dobbiamo curarlo insieme». (Il presidente Volpe ha raccontato in un meraviglioso post su Facebook la sua esperienza al Parco del Pausilipon: https://m.facebook.com/giuliano.volpe.3/albums/10213129006689984/ ). Presente anche il funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, Enrico Stanco, che ha portato i saluti del Soprintendente Luciano Garella, e ha affermato: «Ringrazio tutti voi (gli spettatori ndr), poiché i proventi di biglietti vengono investiti nella valorizzazione del sito e ringrazio il CSI Gaiola Onlus, i direttori artistici e gli artisti». Poi ha preso la parola il presidente del CSI Gaiola Onlus Maurizio Simeone che, tra emozione e commozione, ha spiegato: «E’ una serata speciale perché abbiamo ridato vita all’Odeion, theatrum tectum destinato ad audizioni di poesia, di retorica o di musica, di dimensioni ridotte rispetto a quello che abbiamo alle nostre spalle. Abbiamo sostituito i tavolati divenuti marcescenti, anche a causa dell’intervento nefasto del Napoli Teatro Festival del 2012, quando furono inchiodati sui tavolati di legno massello dei pannelli di compensato grezzo di scarsa qualità che, oltre ad imbarcarsi alle prime piogge hanno provocato il ristagno di acqua ed umidità sulle travi sottostanti accelerando i processi di marcescenza – e ha aggiunto – oggi uno scenario del genere, con l’Odeion pieno di spettatori, ci riempie il cuore e ci ritempra del grande lavoro di squadra terminato appena poche ore fa. Vi ricordo che il sito può essere sostenuto anche attraverso donazioni con l’Art Bonus: (artbonus.gov.it/parco-archeologico-del-pausilypon.html)». Infine, i direttori artistici Francesco Capriello e Stefano Scognamiglio hanno dato il via allo spettacolo “Scarrafunera” interpretato da Roberto Azzurro, sottolineando anche il contributo degli artisti, intervenuti percependo «cachet irrisori», e augurandosi che «l’arte venga salvaguardata non solo attraverso esperienze simili e che venga maggiormente coadiuvata».
VISITA GUIDATA E DEGUSTAZIONE
L’ appuntamento ha avuto inizio con un percorso ricco di suggestioni dall’imponente Grotta di Seiano, fino all’area dei teatri dei Publio Vedio Pollione, caro amico dell’imperatore Augusto. Prima dello spettacolo è stata offerta una degustazione delle eccellenze enologiche campane, selezionate anche quest’anno grazie alla preziosa collaborazione dall’Associazione AgerCampanus che per seconda serata ha proposto la cantina “Casebianche” di Torchiara (SA), accompagnata dal delicato buffet offerto da Di Pinto – Bakery& Bistrot. Main Partner della IX Edizione della Rassegna è il prestigioso Hotel Palazzo Caracciolo, che ha sposato in pieno la mission della Rassegna. Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire è ideata e curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, con la direzione artistica di Francesco Capriello e Stefano Scognamiglio, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Città di Napoli e con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

INFO: www.suggestioniallimbrunire.org

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche