mercoledì 27 Gennaio 2021
Home Cultura e Spettacoli Teatro Italia di Acerra, sold out alla commedia sentimentale di Bova e...

Teatro Italia di Acerra, sold out alla commedia sentimentale di Bova e Francini

Raoul ha dedicato lo spettacolo di ieri sera alla dipartita dell’amico Fabrizio Frizzi.

Una serata particolare quella di ieri al Teatro Italia di Acerra, in occasione dello spettacolo teatrale ‘Due’, commedia scritta e diretta da Luca Miniero che vede in scena due icone del cinema e del teatro italiano: Raoul Bova e Chiara Francini.

La trama

La piéce, che sta riscontrando grande successo in tutti i teatri nazionali, racconta la storia di una coppia di fidanzati che convivono da ben sette anni sotto lo stesso testo: emergono, dunque, tutte le difficoltà e le contraddizioni della vita coniugale, schiacciata dalla routine quotidiana. Essenziale e scarna la scenografia: la scena è una stanza vuota; sul palcoscenico solamente alcune sagome in cartone rappresentanti diversi personaggi appartenenti al passato e/o al futuro della giovane coppia: genitori, amici, parenti, figli che minano la stabilità del rapporto di Marco e Paola, i due protagonisti. Al centro del palco un letto matrimoniale smontato – acquistato da Ikea – che il protagonista Marco (Raoul Bova) cercherà di montare – invano – durante l’intera durata della rappresentazione.

Un atto unico della durata di circa un’ora e venti minuti: una sorta di spaccato della vita moderna, frenetica e inarrestabile.

- Advertisement -

Tutta la vicenda parte dalle costanti domande della compagnia di Marco, Paola (Chiara Francini), che lo interroga sul loro futuro. La differente visione della vita di coppia è un’occasione per sottolineare la divergenza di vedute tra genere maschile e femminile. Una metafora della vita e delle problematiche del rapporto di coppia. La scrittura di Miniero cristallizza in maniera ironica e sagace l’amore ai tempi di Facebook e altri social.

Il ricordo di Fabrizio Frizzi

A fine spettacolo Raoul Bova ha voluto dedicare la sua performance all’amico Fabrizio Frizzi, il celebre conduttore e presentatore televisivo scomparso proprio ieri all’età di sessant’anni. Ecco le parole dell’attore: ‘Oggi è un giorno triste per la televisione italiana. E’ un grande dolore e stasera sono emotivamente molto toccato e scosso: Fabrizio era un amico e un modello di vita per me, un grandissimo professionista. La mia prima apparizione televisiva è stata proprio in sua compagnia al programma ‘Scommettiamo che…’. Fabrizio era una persona generosa e di un altrui incredibile. Abbiamo condiviso insieme tantissimi progetti, tra qui innumerevoli partite del cuore a sostegno della solidarietà. Credo che il Signore lo abbia chiamato lassu’ per dargli una mano. Era un angelo qui in terra e lo sarà anche in cielo.

Presente in platea anche la madre dell’attore romano, acerrana di nascita. A fine serata il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri ha omaggiato Raoul Bova con una targa ricordo e una scultura rappresentante la maschera di pulcinella, simbolo della città. Dopo lo spettacolo Bova si è recato a cena presso la pizzeria ‘La bella Napoli’, dove è stato accolto con entusiasmo dai fans, ai quali non si è sottratto per foto e autografi.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -