martedì 21 Maggio 2024
HomeSenza categoriaTeatro. Successo al Piccolo Bellini per il Cechov di Liv Ferracchiati

Teatro. Successo al Piccolo Bellini per il Cechov di Liv Ferracchiati

Dopo il debutto alla Biennale Teatro 2020, dove ha ricevuto la Menzione Speciale della Giuria Internazionale, Liv Ferracchiati presenta al Piccolo Bellini la sua originale riscrittura di Platonov, il testo giovanile di Čechov che racconta la storia del giovane maestro di provincia in cui convivono i tormenti esistenziali di Amleto e l’impunità sentimentale di Don Giovanni. Ferracchiati, che dichiara sin dal titolo le sue intenzioni di stravolgimento del punto di vista, destruttura il testo Čechoviano ricollocandolo in un’architettura narrativa contemporanea in cui si muovono solo il protagonista e le quattro donne innamorate di lui (gli straordinari Riccardo Goretti, Francesca Fatichenti, Alice Spisa, Petra Valentini e Matilde Vigna) affiancati dall’inedito personaggio del “lettore” – interpretato da lui stesso – che fa da contrappunto al personaggio di Platonov, creando un dualismo ironico che sottolinea il carattere caotico e umanissimo dell’infelicità del giovane. «Platonov, inteso come testo drammaturgico, sempre e solo letto, mai pensato da rappresentarsi, per me è stato un incontro. — racconta Ferracchiati — Trovavo rifugio nell’inazione di Platonov, nella sua paralisi tra attrazione e repulsione, tra paura e eccitazione, nel suo non agire e nel suo sottrarsi.

«Amleto aveva paura dei fantasmi, delle ombre. Io ho paura della vita», commenta Platonov, maestro elementare ventisettenne frustrato dalle proprie scelte personali, ovvero quella di non aver concluso l’università  per sposarsi e trasferirsi nella campagna russa di fine ‘800. Un Platonov al centro, mentre le sue quattro amanti si alternano e contendono “l’amato” sul palco con molta maestria e non mancano momenti di pura allegria.

Uno spettacolo intenso, dove il pubblico si sente coinvolto e scopre un Cechov riportato ai nostri giorni, dove forte è l’indecisione e il buoi che ci circonda.

La trama è da scoprire, e da vivere assolutamente in prima persona, lo spettatore uscirà  dal teatro con tanti quesiti che accomunano poi il nostro tempo. Lo spettacolo replicherà fino al 7 novembre al piccolo Bellini. Vivamente consigliato.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche