mercoledì 28 Febbraio 2024
HomeSanitàTra le 100 “Eccellenze Italiane” anche due medici del Pascale

Tra le 100 “Eccellenze Italiane” anche due medici del Pascale

Ci sono uomini e donne che ogni giorno incoraggiano, aiutano, sostengono, la vita di altri. Ci sono persone speciali che non si arrendono ed ispirano e quelle che compiono gesti eroici o del cuore. Tutto questo sono le eccellenze italiane: personalità del mondo della magistratura, delle forze dell’ordine, della politica, della medicina, del giornalismo e dello spettacolo che, con il proprio impegno quotidiano, valorizzano e mantengono l’equilibrio della società. A riconoscere forza, coraggio impegno è l’associazione Assotutela che ha ideato il premio dedicato alle “Eccellenze Italiane”, giunto quest’anno alla decima edizione e che ha ospitato presso la Sala Capitolare a Palazzo della Minerva i 100 premiati. Tra di loro anche Franco Ionna, direttore del Dipartimento Maxillo Facciale e Maria Lina Tornesello, direttore struttura complessa f.f. Biologia molecolare e oncogenesi virale, che hanno ricevuto questo ambito riconoscimento per l’impegno profuso nel loro lavoro al servizio dei pazienti oncologici.
Tra i premiati figurano il capo di stato maggiore della marina, il Prefetto di Roma, il Rettore della università La Sapienza; e ancora Paolo Pozzi, il papà di Gimmy Pozzi, il campione di kickboxing di 28 anni trovato morto sull’isola di Ponza ad agosto 2020, in condizioni ancora mai chiarite, e ancora Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, i genitori di Marco Vannini, la sorella di Serena Mollicone.

.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche