CALVIZZANO. Terra dei Fuochi, blitz in due aziende che sversavano rifiuti, sequestrato autolavaggio e calzaturificio, due denunciati. “Il bilancio dell’operazione delle polizie locali ed esercito italiano a Calvizzano”

L’unita di coordinamento per il contrasto ai roghi
collocata a Calvizzano di cui fanno parte anche i comuni di Villaricca, Qualiano e Marano, sta continuando a dare importanti risultati. L’altro giorno a Calvizzano, dove opera una commissione straordinaria presieduta dal Vice Prefetto Luca Rotondi e sede della task force contro sversamenti e roghi, il cui coordinamento è stato affidato dall’incaricato del governo, Vice Prefetto Gerlando Iorio, al Sovraordinato dottor Biagio Chiariello, si è operato con il coinvolgimento di diverse pattuglie facenti parte dell’accordo Terra dei fuochi, su direttive di quest’ultimo e coordinamento del comandante dei caschi bianchi calvizzanesi, Maggiore Antonio Marchesano, e sotto l’operatività sul territorio del vice, Tenente Raffaele Ferrillo.
Con il supporto dell’esercito italiano sono stati controllati numerosi veicoli ed aziende. Complessivamente sono state contestate sanzioni amministrative per migliaia di euro, sequestrate due attività, un autolavaggio e un suolettificio, rispettivamente a via Camalandrei e via case sparse. A quest’ultimo si è risaliti notando tra i rifiuti abbandonati sul territorio scarti della lavorazione di calzature. Le attività continuano anche negli altri territori di Qualiano, Marano e Villaricca, dove gli agenti della polizia locale e i militari dell’esercito stanno pattugliando le diverse zone ed effettuando diversi sequestri.