venerdì 25 Giugno 2021
HomeCultura e SpettacoliLina Wertmuller a Somma, Coppola: "Appuntamento importante per la città"

Lina Wertmuller a Somma, Coppola: “Appuntamento importante per la città”

SOMMA VESUVIANA. Cultura, teatro, musica, tutto condensato in uno spettacolo della regista Lina Wertmuller che sarà in scena (in una serata che non prevede nessun costo d’ingresso) domani a Somma Vesuviana.

“Il 24 sera ci sarà un appuntamento importante per la nostra città”, commenta soddisfatto l’assessore agli Eventi, Luigi Coppola, “con la presenza al teatro Summarte della regista e sceneggiatrice Lina Wertmuller. Un appuntamento, gratuito, aperto ai cittadini e reso possibile dalla partecipazione della nostra amministrazione al progetto “Spiritual Theatre” che vede lavorare in sinergia fra di loro i Comuni di Sant’Anastasia, Cercola, Somma Vesuviana, San Sebastiano al Vesuvio e Castello di Cisterna. La Wertmuller non ha certo bisogno di presentazioni, un nome di spicco della cultura cinematografica, e non soltanto, in Italia e nel mondo. Basti ricordare che è stata la prima donna candidata all’Oscar come migliore regista. Sarà una serata di musica, cultura, teatro, un’occasione da non perdere cui invito tutti a partecipare”. La regista è la protagonista della seconda serata della kermesse “Spiritual Theatre”. Una rassegna, aperta dal concerto di James Senese a Cercola, finanziata dalla Regione Campania con l’intento di promuovere il turismo nei territori vesuviani.

Lina Wertmuller, regista e attrice di spessore internazionale, calcherà il palco del Summarte col suo spettacolo “Un allegra fin de siècle”, un ironico ma puntuale viaggio teatrale nel Novecento, un secolo di notevole impatto segnato da due guerre mondiali e da brutali dittature, raccontato attraverso l’ottica dissacrante di Lina Job Wertmüller. Una passeggiata non solo di parole ma anche di musica, con motivi musicali inediti scritti dalla stessa Wertmüller, composti dal maestro Lucio Gregoretti insieme al grande Italo “Lilli” Greco, e interpretati da Nicoletta della Corte, accompagnata al piano da Andrea Bianchi. L’Open Act della serata è affidato al maestro Pasquale Mosca al piano.

“Un allegra fin de siècle” è un recital in cui si alternano i racconti delle figure dei grandi dittatori che hanno martoriato il secolo scorso: da Mussolini a Hitler, da Tito a Pol Pot, per finire a Bin Lade e Berlusconi intervallati dalle musiche composte da Greco e Gregoretti, che furono autori delle colonne sonore di molti film diretti dalla regista.
L’ingresso è gratuito sono ad esaurimento dei posti disponibili.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti