giovedì 30 Maggio 2024
HomePoliticaAppello ai sommesi: "Basta ad inciuci e stallo, unisciti a Svolta Popolare"

Appello ai sommesi: “Basta ad inciuci e stallo, unisciti a Svolta Popolare”

SOMMA VESUVIANA. Da Sergio D’Avino, segretario del movimento politico Svolta Popolare Il gruppo di Svolta Popolare riceviamo il comunicato che pubblichiamo di seguito.

Il gruppo di Svolta Popolare in questi ultimi anni si è impegnato con istanze ed interrogazioni sempre tese a proteggere e a dare forza alle problematiche della nostra Città intraprendendo un percorso che grazie all’enorme impegno del gruppo dirigenziale ha come unico obiettivo quello di ridare lustro, dignità ed amore al nostro territorio. Attraverso un nuovo modo di fare politica, fondato sulla passione, riportando al centro della scena politica l’interesse e l’attenzione verso i veri problemi dei nostri concittadini, spesso delusi e ingannati. Basta allo stallo, basta agli inciuci …invitiamo le associazioni, i movimenti ,i partiti e tutte quelle persone che hanno a cuore la nostra Città ad unirsi a noi in questa sfida per tentare la vera SVOLTA.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche