mercoledì 21 Aprile 2021
HomePoliticaA Melito il gazebo di Fratelli d'Italia

A Melito il gazebo di Fratelli d’Italia

MELITO DI NAPOLI. Nell’odierna mattinata si è svolto in Piazza Santo Stefano il primo gazebo di Fratelli d’Italia.

Attenta e numerosa è stata la partecipazione dei cittadini che incuriositi si sono fermati al gazebo per conoscerci e ritirare i volantini che spiegano le nostre proposte e idee per migliorare Melito. La nostra presenza sul territorio melitese sarà sempre più frequente e questa di stamattina è stata solo la prima di una lunga serie di iniziative che ci vedranno sempre in prima linea a difesa dei cittadini melitesi. Voglio ringraziare per la sua presenza e il suo supporto Il Commissario Provinciale di Napoli Gennaro Ruggiero durante questa nostra prima uscita ufficiale, e il Sindaco di Melito il Dott. Antonio Amente per averci portato i saluti istituzionali di tutta l’Amministrazione Comunale da lui presieduta.
Stravolo Vincenzo
Commissario Cittadino
Fratelli d’Italia – Melito di Napoli

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti