lunedì 24 Giugno 2024
HomeComunicati stampaAcerra. Realizzazione termovalorizzatori, il sindaco: "Condividiamo l'idea"

Acerra. Realizzazione termovalorizzatori, il sindaco: “Condividiamo l’idea”

Acerra. Il Sindaco Lettieri: «Condividiamo l’idea di realizzare altri termovalorizzatori in Campania così da spegnere quello di Acerra. Chi si oppone scarica sul territorio acerrano, per sempre, il peso dello smaltimento dei rifiuti in Campania».

«Apprendiamo dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini che vi è la volontà di realizzare ulteriori inceneritori in Regione Campania. Questa è una posizione che condividiamo», così il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, interviene sulla questione della realizzazione di ulteriori termovalorizzatori in Campania. «E’ evidente che chi dice che non si costruiranno altri impianti, chi sostiene il contrario – ribadisce il primo cittadino acerrano – vuole scaricare, per sempre, sul territorio e sulla Comunità di Acerra tutto l’enorme peso dell’incenerimento dei rifiuti nel territorio regionale ed il problema della gestione dei rifiuti in Campania. Tutti sanno che Acerra, comune Riciclone per l’alta percentuale di raccolta differenziata, continua a pagare troppo e sopporta già da 10 anni il fardello della presenza dell’unico impianto per lo smaltimento dei rifiuti in tutta la Campania, tra l’altro realizzato in una zona ad altissima vocazione agroalimentare. Altri impianti potrebbero alleggerire il carico inquinante che subisce il territorio acerrano fino all’auspicato obiettivo dello spegnimento dell’impianto realizzato qui, che come sappiamo tutti non può rimanere nello stesso territorio superando un certo numero di anni».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche