martedì 18 Giugno 2024
HomePoliticaAlfano, il Sindaco del Cambiamento: dal Centro Sinistra al Centro Destra

Alfano, il Sindaco del Cambiamento: dal Centro Sinistra al Centro Destra

Torre Annunziata – In vista delle prossime elezioni comunali, sembra che il quadro degli schieramenti sia stato definito con la decisione di candidare il professor Carmine Alfano come sindaco dello schieramento di centro destra. Alfano, che in passato ha perso le primarie del centrosinistra contro Vincenzo Ascione, questa volta ha ha dovuto superare una lotta interna alla coalizione con Vincenzo Sica.

Sica, che gode di un buon sostegno popolare, dovrà decidere se presentarsi come il quinto candidato sindaco, rientrare nell’alleanza del centro destra, sostenere il sindaco di centro sinistra Corrado Cuccurullo, con cui condivide un passato socialista e liberale o restare fuori dai giochi.

Nonostante la sua candidatura con il centro destra, Alfano tiene a non rinnegare la sua appartenenza al centro sinistra. Dopo la sconfitta alle primarie, i vertici regionali del centro sinistra lo hanno indicato come vicepresidente dell’ASI Napoli, ruolo che continua a ricoprire, nonostante nel suo schieramento ci siano partiti come Forza Italia e Fratelli d’Italia all’opposizione del governatore Vincenzo De Luca.

Non è la prima volta che a Torre Annunziata un sindaco o un candidato alle primarie del centrosinistra cambia schieramento alle elezioni successive. Questo è accaduto nel 2007 con Luigi Monaco passato al centrodestra dopo essere stato sfiduciato dalla sua stessa maggioranza e nel 2012 con Giosuè Starita, prima PD, poi centrodestra e infine rientrato nuovamente nel partito democratico quando una nuova giunta composta anche da assessori indicati dai Democratici lo risparmiò dall’onta dello scioglimento per infiltrazioni camorristiche.

Alfano, sostenuto da 10 liste, si propone come il candidato del cambiamento, al pari di Corrado Cuccurullo del centro sinistra, Maria Antonietta Zeppetella Del Sesto del Movimento 5 stelle e Lucio D’Avino, l’outsider giovane ma sponsorizzato dall’ex vicesindaca Anna Vitiello.

Tutti i 4 candidati sindaci sembrano rispecchiare la voglia di rinnovamento che la città richiede dopo due anni di commissariamento straordinario. Tuttavia, questo si vedrà solo quando, resi noti i candidati delle liste delle coalizioni, non compariranno i soliti portatori di voti presenti nel consiglio comunale precedete sciolto per infiltrazioni camorristiche. Al momento però sembra che ci sia poco del nuovo che avanza e molti avanzi del vecchio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche