mercoledì 24 Aprile 2024
HomeCronacaAncora roghi a Sant'Anastasia, la periferia continua a bruciare

Ancora roghi a Sant’Anastasia, la periferia continua a bruciare

SANT’ANASTASIA. Ribrucia lo stesso posto di alcuni giorni fa. Gli attivisti di Stop Biocidio paesi vesuviani: “Se qualcuno sa chi é stato dovrebbe parlare”.

Ancora roghi, ancora fumo nero per le campagne anastasiane, proprio in questo momento “ribrucia” lo stesso posto di qualche giorno fa: via Degli Archi Augustei. A darne notizia gli attivisti di Stop “Biocidio paesi Vesuviani”  sul posto. Una pattuglia dei carabinieri che passava da quelle parti ha subito allertato chi di competenza. Sulla pagina social degli attivisti leggiamo:  “Sant’Anastasia, Via archi augustei.  Stesso luogo e stessa dinamica dell’incendio denunciato qualche giorno fa.  Brucia quello che era stato risparmiato dalle fiamme, quindi rovi e immondizia. Soprattutto immondizia. Sul posto una pattuglia di carabinieri di passaggio che ha allertato prontamente chi di competenza. Ci chiediamo come mai l’immondizia sia ancora lì, dopo l’ultimo incendio e perché non sia stata rimossa per scongiurare altri roghi.  Resta la gravità del fatto in sé e l’evidenza che chi dovrebbe occuparsi di tutto ciò sta sottovalutando la situazione generale. Come resta gravissimo il fatto che qualcuno sia tornato in pieno giorno in una zona già colpita da incendio per appiccare ancora il fuoco.  Se qualcuno sa chi é stato dovrebbe parlare, senza remore o ripensamenti. La cittadinanza attiva passa anche attraverso la denuncia attiva di atti criminali come questo ed é il primo passo da fare per evitare che episodi del genere si ripetano”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche