giovedì 30 Maggio 2024
HomeCronacaArrestato il secondo 21enne coinvolto nella morte dell'operatore ecologico

Arrestato il secondo 21enne coinvolto nella morte dell’operatore ecologico

POZZUOLI. Arrestato il secondo 21enne coinvolto nella gara di velocità che costò la vita a un operatore ecologico.

I carabinieri della Compagnia di Pozzuoli hanno tratto in arresto Nunzio Sannino, un 21enne di Quarto Flegreo già noto alle Forze dell’Ordine, per cooperazione in omicidio stradale e omissione di soccorso. È lui il giovane che nel dicembre scorso stava gareggiando con l’auto insieme ad un suo coetaneo Carmine D’Angelo, “competizione” che costò la vita ad Alfonso Campochiaro, un operatore ecologico 62enne di Napoli che come ogni notte si stava recando al lavoro. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dopo l’ attività d’indagine, successiva all’arresto di D’Angelo (colui che materialmente investì l’uomo) che alla guida dell’utilitaria del nonno con una ragazza a bordo, ingaggiò una gara automobilistica contro Sannino, quest’ultimo alla guida della vettura della madre. La gara fu subito scoperta dai carabinieri grazie al sistema di videosorveglianza cittadina. Dai video estratti si vedono i minuti immediatamente precedenti all’impatto mortale: la “500” guidata da D’Angelo e la Fiesta condotta da Sannino. Gli inquirenti attraverso i filmati sono riusciti a ricostruire tutti i momenti della competizione, dalla partenza a tutto gas in piazza a Pozzuoli, l’inseguimento ad alta velocità per le strade cittadine, poi lo schianto frontale con il 62enne, a una velocità stimata intorno ai 100 kilometri orari.
L’investitore (D’Angelo), rimasto sul posto, aveva fornito una versione diversa agli uomini dell’Arma. Sannino, invece, come evidenziato dalle successive indagini, coordinate dalla Procura di Napoli, si era accorto dell’incidente ma in un primo momento aveva proseguito la marcia per poi tornare sul posto solo successivamente per rendersi conto degli sviluppi.

Follia, gareggiano con l’auto e uccidono un operatore ecologico a 100km orari

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche