venerdì 19 Aprile 2024
HomeCronacaArzano. Corrente elettrica a "scrocco", tre denunciati dalla polizia locale

Arzano. Corrente elettrica a “scrocco”, tre denunciati dalla polizia locale

Proseguono i controlli sul territorio della Polizia locale di Arzano che nel corso di alcune verifiche ha notato che alcune abitazioni del centro città avevano anomalie sui contatori Enel.
Giunti sul posto gli ispettori , unitamente agli agenti guidati dal comandante Biagio Chiariello, sono state registrate delle anomalie sui contatori che, smontati, presentavano delle vistose saldature tra i chip utili per rallentare il normale circuito di misurazione.
All’esito delle operazioni tre contatori sono stati asportati e i titolari delle abitazioni denunciati per furto di energia elettrica .
Ora dovranno subire un processo e se vi sarà condanna la pena prevista sarà dai due ai sei anni di reclusione considerato che uno dei responsabili è gravato da numerosi precedenti fi polizia anche per reati contro il patrimonio .
Il danno è stato quantificati in circa 13 mila euro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche