domenica 21 Aprile 2024
HomeCronacaBimbo morto in ospedale, "Rianimato per 35 minuti"

Bimbo morto in ospedale, “Rianimato per 35 minuti”

L’ASL Napoli 2 Nord esprime profondo cordoglio per la tragica scomparsa del piccolo R.B., di soli 4 anni, avvenuta ieri presso l’Ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania.
Una vicenda che ha visto coinvolto il personale del 118 che, giunto sul posto in dieci minuti dalla chiamata alla Centrale, ha tempestivamente messo in atto le manovre di disostruzione delle vie respiratorie per riferita ingestione di corpo estraneo di piccole dimensioni.
Successivamente il bambino è stato trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giuliano, durante il percorso sono state applicate le manovre d’urgenza per arresto cardio-respiratorio.
All’arrivo, nonostante l’immediato intervento del Personale Medico e Infermieristico del Pronto Soccorso, che ha attivato tutte le procedure rianimatorie previste dal protocollo PALS, il piccolo non ha risposto alle cure ed è stato dichiarato deceduto dopo oltre 35 minuti di tentativi di rianimazione.
Si attendono le risultanze dell’autopsia, disposta dalla Procura di Napoli Nord, per accertare le cause del decesso.
L’ASL Napoli 2 Nord si stringe attorno al dolore della famiglia in questo momento di immenso dolore e partecipa al lutto cittadino proclamato dal Comune di Mugnano di Napoli.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche