martedì 18 Giugno 2024
HomeAppuntamentiBullismo, Falco (Corecom): "Si abbassa l’età media dei cyberbulli"

Bullismo, Falco (Corecom): “Si abbassa l’età media dei cyberbulli”

LIONI (AV). Bullismo, Falco (Corecom Campania): “Un caso su quattro viene dal web, si abbassa l’età media dei cyberbulli”. Domani alle ore 10.30 Rosa D’Amelio parteciperà alla quinta tappa della campagna “@scuolasenzabulli” che si terrà a Lioni.

“Un caso di bullismo su quattro viene dal web. Questo dato sottolinea la necessità di informare i giovanissimi, e le loro famiglie,  sull’uso consapevole delle nuove tecnologie, dei social e della comunicazione digitale in tutte le sue forme. Conseguenza preoccupante di questa statistica è l’abbassamento dell’età media dei bulli. Mentre negli anni passati ci si attestava in una forbice tra i 12 e i 14 anni, la media adesso è scesa tra gli 8 e i 10 anni. Bisogna intensificare gli incontri nelle scuole elementari e medie per invertire questa pericolosissima rotta”.  Con queste parole il presidente del Comitato regionale per le comunicazioni della Campania, Domenico Falco, annuncia la quinta tappa della campagna “@scuolasenzabulli” che si terrà domani, venerdì 21 febbraio alle ore 10.30, presso l’istituto comprensivo statale  “N. Iannaccone” di Lioni (via Ronca, 20). All’evento parteciperanno Rosa D’Amelio (presidente del Consiglio Regionale della Campania), Domenica Gallo (vicesindaco di Lioni), Stefano Farina (sindaco di Teora), Gerardo Vespucci (dirigente scolastico), Nicola La Sala (funzionario del Servizio ispettivo dell’Agcom), i rappresentanti della Polizia Postale Umbertina Picano (Ispettore Superiore), Giampiero Esposito e Michele Cotogno Assistenti Capo Coordinatori) e Gianpio Minieri (Comandante della Compagnia dei Carabinieri di S. Angelo dei Lombardi).

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche