giovedì 22 Aprile 2021
HomeSportCampionato di serie A: al Napoli il cuore non basta, i viola...

Campionato di serie A: al Napoli il cuore non basta, i viola passano con Joaquin

Come contro il Porto in Europa league, il Napoli non concretizza le occasioni create e viene punito dalla Fiorentina nel finale.

Davanti a circa 45.000, Benitez schiera una formazione con Reveillere a destra della difesa e Henrique al posto di Fernandez; a centrocampo Jorginho trova una maglia al fianco di Inler, mentre Mertens e Pandev si accomodano in panchina.

Il tecnico viola Montella deve rinunciare allo squalificato Pizarro e alle non buone condizioni fisiche di Ambrosini e di Fernandez, a centrocampo gioca il giovane Bakic (per lui seconda presenza in campionato). In difesa Pasqual riprende il suo posto dopo il turno di riposo in Europa league. Infine, in attacco si registra il recupero di Joaquin dopo l’infortunio.

Formazioni:

Fiorentina (4-3-3) Neto; Roncaglia, Rodriguez, Savic, Pasqual; Bakic, Aquilani, Borja Valero; Cuadrado, Gomez, Joaquin. All. Montella. A disp.: Rosati, Lupatelli, Diakitè, Compper, Mati Fernandez, Ambrosini, Wolski, Matos, Matri, Tomovic, Vargas, Ilicic.

Napoli (4-2-3-1) Reina; Reveillere, Henrique, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Insigne, Hamsik, Callejòn; Higuain. All. Benitez. A disp.: Colombo, Doblas, Britos, Mesto, Fernandez, Behrami, Dzemaili, Bariti, Radosevic, Mertens, Pandev, Zapata.

Cronaca della partita:

All’8’ lancio lungo di Reina a cercare Higuain, il Pipita s’invola verso la porta gigliata e calcia di sinistro da posizione defilata, grande riflesso di Neto che devia in angolo. Al 22’la Fiorentina perde palla a centrocampo, Jorginho verticalizza per Hamsik che in piena area di rigore cerca il tiro di potenza, Neto è ancora reattivo. Qualche minuto più tardi lo scontro Hamsik-Neto si rinnova, a vincerlo è ancora il portiere brasiliano. Al 36’ arriva la svolta della gara: Gomez supera Albiol che lo atterra, l’arbitro consente la regola del vantaggio per i viola perché la sfera va verso Bakic che viene falciato da dietro da Ghoulam (fallo da ultimo uomo); espulsione sacrosanta dell’esterno azzurro e punizione dal limite dall’area per gli ospiti. Con un uomo in meno, Benitez è costretto ad arretrare Callejon e a spostare Reveillere sull’out mancino. Al 41’ Aquilani commette un fallo su Insigne all’altezza del vertice destro dell’area di rigore viola; è lo stesso Insigne a calciare in porta, Neto devia in angolo. Fine primo tempo.

Nella ripresa Montella fa un cambio tattico, inserisce Ilicic per Bakic per una Fiorentina più offensiva. Al 50’ Tagliavento assegna un calcio di punizione dal limite per i partenopei: tiro di Insigne alto sulla traversa. Risposta dei viola con Cuadrado che stoppa la sfera e tira a volo sul lancio di Aquilani, palla fuori. Il Napoli tiene bene il campo nonostante l’inferiorità numerica.

Al 62’ invenzione di Callejon dai 40 metri, ma Neto non si fa sorprendere e para in due tempi. Dopo poco è ancora Callejon che si fa tutta la fascia e fa partire un diagonale, l’estremo difensore viola blocca senza difficoltà. Al 64’ incredibile palla-gol per Ilicic che calcia sull’esterno della rete su perfetto assist di Cuadrado. Ennesimo calcio piazzato per gli azzurri, tiro dai 30 metri di Inler, Neto blocca la sfera in tuffo. Cuadrado supera un paio di avversari e scarica la sfera verso Aquilani, rasoterra del numero dieci viola e parata di Reina. Al 72’ esce Gomez (probabile distorsione al ginocchio sinistro) per Matri. Sugli sviluppi di un calcio angolo, l’ex attaccante del Milan si divora un gol fatto appoggiando la sfera tra le braccia di Reina. Fiorentina che preme sull’acceleratore: al 77’ Joaquin mette un ottimo cross nel cuore dell’area di rigore partenopea, Matri di testa mette clamorosamente a lato. All’86’ gran tiro di destro dal limite dell’area di Ilicic, alto di poco. All’88’ i viola passano in vantaggio: Matri anticipa Reina in uscita, palla indietro verso Pasqual che la mette di prima intenzione sul secondo palo dov’è appostato Joaquin che appoggia in rete di testa. Nel finale Tagliavento annulla un gol a Matri per un sospetto fuorigioco di Ilicic, mentre nel recupero Reina deve uscire dai pali per fermare Matri lanciato a rete.

Nonostante l’inferiorità numerica per 55’, Il Napoli fa una buona partita e sfiora il gol, ma deve arrendersi al guizzo di Joaquin. La Fiorentina espugna il san Paolo dopo cinque anni (Napoli-Fiorentina 1-3 del 2009) e guadagna tre punti proprio sul Napoli per la corsa al terzo posto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti