giovedì 22 Febbraio 2024
HomeComunicati stampaCaos Scuole, Vocenueva: disagi all’Asilo Croce Rossa e al Plesso Rossilli

Caos Scuole, Vocenueva: disagi all’Asilo Croce Rossa e al Plesso Rossilli

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Caos Scuole: un piano inagibile all’Asilo Croce Rossa e ritardi nei lavori al Plesso Rossilli. Vocenueva: “Chiediamo all’Amministrazione massimo impegno per l’edilizia scolastica”.

A pochi giorni dall’ inizio dell’anno scolastico, si apprende la notizia dell’inagibilità di un piano dell’ex asilo Croce Rossa, dove da un anno è stato trasferito il Plesso Marciotti in seguito alla ristrutturazione dello stabile. Disagi anche per gli alunni del Plesso Rossilli, che dovranno spostarsi nei locali del Seminario dei Padri Giuseppini del Murialdo a causa dell’inizio dei lavori di efficientamento energetico della struttura.

“E’ preoccupante che uno stabile di recentissima ristrutturazione abbia problemi di inagibilità. L’amministrazione intervenga subito per la messa a norma: la sicurezza dei nostri ragazzi è una priorità – dichiara Agostino Casillo, capogruppo in consiglio comunale per Vocenueva Libera San Giuseppe. “In tantissimi Comuni i lavori di riqualificazione delle scuole sono iniziati con la fine dell’anno scolastico, in modo da sfruttare la chiusura estiva ed evitare problemi agli studenti. Invece al plesso Rossilli succede l’esatto contrario: i lavori partiranno con l’inizio delle lezioni, con evidenti disagi per alunni, insegnanti e genitori. Vigileremo sullo stato di avanzamento e affinché tutte le norme in materia di sicurezza siano rispettate”.

“Raccogliamo in queste ore le preoccupazioni di molte famiglie che abbiamo rappresentato al Dirigente dell’ufficio tecnico. Ci è stato garantito che per via Croce Rossa l’emergenza rientrerà entro trenta giorni – prosegue Antonio Borriello, consigliere dello stesso gruppo di opposizione. “Non è la prima volta che interveniamo sulle gravi carenze strutturali delle nostre scuole. Qualche mese fa, analoghi disagi erano sorti al Plesso San Leonardo e Santa Maria La Scala. Da allora poco o nulla è stato fatto. A San Giuseppe c’è bisogno di un piano di straordinario di riqualificazione degli edifici pubblici. Regione e Governo hanno reso disponibili ingenti risorse da destinare all’edilizia scolastica, ma è il Comune che deve saper cogliere queste opportunità. Scuola e istruzione per noi sono priorità assoluta, ci chiediamo se lo siano anche per l’amministrazione Catapano”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche