sabato 13 Aprile 2024
HomePoliticaCasalnuovo. Ancora lontana la riapertura della Meridiana

Casalnuovo. Ancora lontana la riapertura della Meridiana

CASALNUOVO. Continua la querelle tra i proprietari della galleria commerciale Meridiana ed il comune di Casalnuovo.

E’ stata bocciata una nuova Scia presentata dai proprietari del Meridiana il 28 dicembre scorso – che riguardava altri immobili della galleria Meridiana – da parte dell’Ufficio tecnico comunale, e le motivazioni sembrano essere in parte simili a quelle che sono state scritte nel provvedimento con cui è stata bocciata la prima Scia, presentata nel 2016. Motivazioni che il Tar ha ritenuto insussistenti accogliendo il ricorso dei proprietari del centro Meridiana.

Con la nuova amministrazione si è data per scontato la rapida apertura del centro Meridiana, il sindaco Massimo Pelliccia aveva parlato di una riapertura lampo in 100 giorni, ad oggi nulla di fatto.

Abbiamo perso 600 posti di lavoro quando è stato chiuso il centro Meridiana” – ha detto Pelliccia nel 2015 in campagna elettorale – “riapriremo il centro commerciale Meridiana, è inammissibile tenerlo chiuso, vi ricordate le vetrine affollate, le scale mobili piene di gente, tutto quell’indotto che creava?” – spiegava Pelliccia – “Il nostro impegno, e lo dico ancora una volta perché le discussioni le ho fatte con i tecnici, è che in 100 giorni riapriremo il centro Meridiana

Parole che, insieme ad altre promesse, hanno, forse, determinato la vittoria elettorale di Pelliccia e che ora pesano come macigni. I cittadini che hanno creduto a quelle parole si chiedono il perché di questa “diatriba giudiziaria” che ostacola la riapertura del centro commerciale e che vede al centro del dibattito disquisizioni squisitamente tecniche.

Quali discussioni sono state fatte all’epoca tra Pelliccia ed i tecnici è senz’altro una domanda che molti si pongono alla luce delle interpretazioni fatte, dai tecnici del comune di Casalnuovo, in merito alla “questione Meridiana”.

Credendo alle parole pronunciate dal sindaco Pelliccia nel 2015, il centro commerciale Meridiana è un occasione che Casalnuovo non può lasciarsi sfuggire, 600 posti di lavoro rappresentano un importante risorsa per una cittadina in periferia di circa 50 mila abitanti che vive con particolare intensità le conseguenze di una disoccupazione, soprattutto giovanile, che, in Italia ed in particolare nel mezzogiorno, cresce inesorabilmente.

Errore di valutazione da parte dell’attuale primo cittadino o classica campagna elettorale all’italiana?”, sembra essere la domanda che oggi si pongono molti cittadini.

Certo leggendo le disquisizioni dei tecnici chiamati a relazionare la bocciatura della Scia che è stata presentata dai proprietari del Meridiana, si potrebbe pensare ad una classica campagna elettorale all’italiana, ma si potrebbe anche cadere in errore. La verità è che il “braccio di ferro” nelle aule di tribunale non è mai l’unica strada percorribile. Esiste il dialogo in nome di un interesse piu’ grande, l’interesse della comunità.

Tornando alla questione che riguarda il Centro Meridiana è doveroso, per i privati come per chi istituzionalmente rappresenta una comunità di cittadini, provare ogni strada possibile prima di giungere al processo, alla luce di quanto affermato in campagna elettorale tre anni fa, circa dall’allora candidato sindaco Massimo Pelliccia.

Il dialogo, dunque, tra le parti attualmente coinvolte – proprietari e amministrazione comunale – potrebbe essere una strada percorribile, con la consapevolezza che interesse pubblico ed interesse privato potrebbero essere espressione di obiettivi comuni. Certo, il privato sarà teso a migliorare sé stesso o i propri soci, l’ente pubblico vorrà migliorare esclusivamente la comunità nella sua totalità.

Resta da chiedersi a questo punto se le parti – privato e pubblico – continueranno a farsi battaglia attraverso la carta bollata per affrontare i ricorsi (Tar e Consiglio di Stato) – tenuto conto che la galleria commerciale consta di diversi lotti e le Scia fino ad ora presentate (e bocciate) riguardavano solo una parte di esse – oppure, sceglieranno l’auspicata strada del dialogo e si siederanno ad un tavolo tecnico per discutere della riapertura del Centro Meridiana.

Potrebbe bastare questo per aprire un dialogo tra le parti e convocare un tavolo teso al superamento di ciò che ostacola la riapertura del centro Meridiana, per le imprese, per i cittadini, per il bene della comunità casalnuovese?

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche