giovedì 30 Maggio 2024
HomeAttualitàCasamarciano, il sindaco vieta ingresso ai cani nei parchi giochi

Casamarciano, il sindaco vieta ingresso ai cani nei parchi giochi

CASAMARCIANO- Vietato l’accesso ai cani nelle aree attrezzate a giochi per bambini. Lo ha stabilito il sindaco di Casamarciano con l’ordinanza numero 4/2016 attraverso la quale il Comune intende frenare l’abitudine dei proprietari di quattro zampe di insozzare zone pubbliche con le feci dei loro “fido”.

Il provvedimento firmato dal primo cittadino Andrea Manzi prevede che i cani, anche se custoditi, non abbiamo più accesso nelle aree verdi destinate allo svago ed al divertimento dei più piccoli. Impone, inoltre, l’obbligo da parte dei proprietari di raccogliere immediatamente le deiezioni canine munendosi di palette e sacchetti e di”liberarsene” negli appositi raccoglitori. Per quanto concerne la condotta dei cani, l’ordinanza obbliga a tenere l’animale al guinzaglio e, solo quando necessario, ad utilizzare la museruola. Per i trasgressori è previsto il pagamento di una sanzione fino a 500 euro.
“Casamarciano è da sempre un paese amico dei cani- dichiara il sindaco Andrea Manzi-. Lo abbiamo dimostrato con molteplici iniziative, dal patentino per i proprietari di animali fino alla collaborazione con il Centro veterinario dell’Asl Napoli 3 Sud per il recupero dei randagi e la loro adozione, ed abbiamo messo in campo tanti progetti per venire incontro alle esigenze dei padroni e per tutelare i diritti degli animali domestici e non. Stavolta, invece, interveniamo con un divieto per chiedere che anche chi possiede ed ama un cane sia collaborativo e rispetti il paese evitando di insudiciare strade, marciapiedi, cortili e altre aree pubbliche. Non è più accettabile che vengano sporcati i parchi giochi, magari lasciando liberi gli animali con possibili rischi per i bambini ed i portatori di handicap. E non è più accettabile il degrado di certe zone del paese a causa dell’incuria di pochi. Quello che chiediamo è un gesto di collaborazione che non richiede sforzi particolari ma solo buon senso e rispetto”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche