martedì 5 Marzo 2024
HomeCronacaCastello di Cisterna. Distrugge casa e minaccia il padre per la droga,...

Castello di Cisterna. Distrugge casa e minaccia il padre per la droga, 35 arrestato dai carabinieri

A Castello di Cisterna i carabinieri della locale stazione insieme ai colleghi della sezione radiomobile hanno arrestato un 35enne del posto per maltrattamenti in famiglia ed estorsione.
L’uomo era agli arresti domiciliari in casa del padre e proprio quest’ultimo ha chiamato il 112: non riusciva più a sopportare le angherie di suo figlio. Il 35enne, tossicodipendente, aveva preteso e ottenuto l’ennesima banconota da 20 euro per l’acquisto di sostanze stupefacenti. Per ottenere il denaro l’uomo aveva prima minacciato suo padre e poi devastato casa danneggiando con calci e pugni diversi mobili. I militari sono entrati in casa ed hanno trovato finestre, piatti e bicchieri rotti a terra.
Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di ricostruire 7 mesi di vessazioni e condotte violente del 35enne in danno della vittima, 70enne.
L’arrestato si trova in carcere in attesa di giudizio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche