mercoledì 24 Aprile 2024
HomePoliticaComuni Ricicloni, Esposito: "Massa crolla nella classifica della raccolta"

Comuni Ricicloni, Esposito: “Massa crolla nella classifica della raccolta”

Comuni Ricicloni, Salvatore Esposito: “Massa di Somma crolla nella classifica della raccolta differenziata”

MASSA DI SOMMA – Crollo della percentuale di raccolta differenziata a Massa di Somma, il comune vesuviano nella classifica dei “Comuni Ricicloni” stilata da Legambiente Campania passa dall’84esimo posto al 109esimo e la percentuale di raccolta differenziata va di quasi due punti sotto la soglia del 60%.

Duro attacco di Salvatore Esposito, capogruppo del Movimento Cittadini per Massa di Somma. “L’amministrazione comunale massese guidata dal sindaco Madonna è fallimentare sul tema dell’ecologia. Lo scorso anno si erano propagandati cambi epocali sia nella struttura organizzativa comunale che nelle modalità di raccolta differenziata per migliorare i servizi di ecologia. Ad una anno di distanza, invece, il risultato è un vero disastro. Leggendo i dati di Legambiente Campania – ha attaccato Esposito – si apprende che nella classifica dei Comuni Ricicloni di Legambiente Campania il comune di Massa di Somma è passato dall’84esimo posto della classifica per l’anno 2016 al posto 109 di quest’anno nella fascia dei comuni sotto il 65% di raccolta differenziata. Un crollo annunciato di cui è responsabile il sindaco Madonna”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche