mercoledì 28 Febbraio 2024
HomePoliticaContrasto denatalità, Ciarambino: voto unanime a mia mozione segnale importante

Contrasto denatalità, Ciarambino: voto unanime a mia mozione segnale importante

«La crisi della natalità che sta attraversando il nostro Paese, ultimo in Europa per nuovi nati, è una sciagura le cui conseguenze saranno devastanti, decretando l’insostenibilità del sistema pensionistico e della spesa sociale. Ciò che è gravissimo è che la Campania, che un tempo era il vivaio d’italia, presenta una denatalità ancora più alta della media nazionale, con 1000 nuovi nati in meno ogni anno – precisa Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale e componente del Gruppo Misto – Per questo considero un risultato importante che oggi in Consiglio regionale sia stata approvata all’unanimità la mia mozione affinché la Campania si doti in tempi rapidi di una legge per il contrasto alla denatalità e perché nella nostra regione si possano organizzare gli Stati generali della natalità, per portare questo tema all’attenzione dell’opinione pubblica e della politica tutta. È un tema che seguo da tempo e più di 3 anni fa ho depositato una proposta di legge sul tema, scritta con la collaborazione della Conferenza Episcopale Campana e il Forum delle Associazioni familiari. Si tratta di una norma ambiziosa dagli obiettivi molteplici. Anzitutto il contrasto alla denatalità, una vera emorragia di futuro già in atto nella nostra regione e di cui nessuno si occupa. Ma anche il recupero del gap enorme sui servizi di welfare per la famiglia, e interventi per l’occupazione femminile, anche grazie alla creazione di strumenti di conciliazione famiglia-lavoro, oggi fortemente carenti. Dopo le recenti dichiarazioni del Presidente De Luca che ha espresso la volontà di approvare una norma per il contrasto alla denatalità e dopo l’approvazione della mozione odierna – conclude Ciarambino – sono fiduciosa che la Campania potrà diventare un modello nazionale su un tema che dovrebbe essere una priorità della politica tutta, al di là degli steccati ideologici. Ne va del futuro della nostra terra e del nostro Paese».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche